Pubblicato il

Il bamboo che arreda con un tocco esotico

Per gli amanti dell’arredamento etnico, gli oggetti di design in bamboo sono pane quotidiano

Canna di bamboo

I complementi d’arredo e gli oggetti di design in materiali naturali sono amati perché possiedono ‘un’anima’, una sorta di calore evocativo che si traduce in un ambiente benefico e sereno. Tra le materie di origine naturale il legno è naturalmente il grande capostipite, ma c’è un suo discendente che, proprio grazie alle sue fattezze, può essere ancora più semplice da scegliere, da abbinare, da muovere e utilizzare: il bamboo.

Sfruttato da sempre nei paesi Asiatici (di cui la maggior parte delle specie è originaria) per la sua pressoché infinita duttilità e per la capacità di crescere molto velocemente, il bamboo è abbastanza resistente da diventare un buon materiale da costruzione, con il suo fusto cavo e robusto funge addirittura da condotto dell’acqua, si usa per impalcature, per costruire armi, senza dimenticare che alcune specie si mangiano. Gli amanti dell’arredamento etnico avranno sicuramente molta confidenza con questo materiale, ma anche nella casa più moderna il bamboo può apportare un tocco di calore.

Le canne che Bambu Design utilizza per i complementi d’arredo vengono importate direttamente dalla Cina, dalla Thailandia, dalle Filippine. Presso lo showroom milanese (Viale Gran Sasso 50), una location dal sapore orientale, è possibile ammirare il frutto della tradizionale lavorazione del bamboo. Mobili, armadi, letti, tavoli, librerie, lampade in bamboo oppure associate ad altri elementi naturali, come il vimini, il midollino, il banano, la palma. Materiali tradizionali ma design contemporaneo.

Per coordinare le esigenze degli spazi piccoli con l’arredamento etnico, Gervasoni propone degli eleganti separé in bamboo: paravanto Black della designer Paola Navone, a tre ante richiudibile a libro, oppure con cornice in noce. In cucina arriva Ekobo, studio di eco-design francese, che apparecchia la tavola con ciotole in bamboo di diverse dimensioni, dal design molto pulito e i colori accesi, accompagnate dai cucchiai in bamboo, i porta frutta e le insalatiere della stessa linea.

Il design giapponese dello studio Teori riprende le forme della tradizione ma con tocchi moderni. Perfetto per una casa contemporanea lo specchio Tsu Tsu, con vetro circolare incorniciato dalla cornice sporgente in legno di bamboo. Infinita la proposta di sedute e tavolini, mentre tra l’oggettistica spicca una sveglia in legno fatta a cubo e un portavaso la cui ‘cornice’ è in bamboo, mentre il vaso effettivo al suo interno è in vetro, e per un gioco prospettico sembra volteggiare nell’aria. Tavolino, lampada o contenitore porta oggetti: Tappo è un elemento d’arredo parte della Ecodesign Collection ‘Giorgio Caporaso’, prodotto e distribuito da Logics con il marchio Lessmore. Un oggetto versatile e personalizzabile dall’anima green, disponibile in tre versioni: con base in cartone alveolare riciclato e riciclabile, legno certificato FSC o in bamboo.

Ma il bamboo ha anche un risvolto nel fashion design: Gucci lo ha scelto per una borsa che è diventata iconica, la Bamboo bag, dall’inconfondibile manico in legno, e per l’Orologio Bamboo, il cui quadrante in bamboo nasce dalle mani di esperti artigiani.

Articoli correlati