Pubblicato il

Tripadvisor per cinofili? Arriva Trip For Dog

Marco Fabris parla della guida turistica misurata sugli standard dog-friendly

Cane in viaggio
 thinkstock

“Qui non puoi entrare”, la frase che priva gli amici a quattro zampe del diritto di accesso in un luogo pubblico resterà un lontano e spiacevole ricordo. Viaggi senza sorprese grazie a Trip For Dog, portale turistico italiano dedicato alla segnalazione e alla valutazione di luoghi pubblici e strutture ricettive attrezzate per ospitare gli amici a quattro zampe. Ecco cosa ci ha raccontato Marco Fabris, art director digital e creativo dietro al progetto dog-friendly.

Come nasce a Trip For Dog?
Trip For Dog nasce in un viaggio da Milano all’Andalusia con la mia cagnolina Mela e attraverso l’esperienza di tutte le difficoltà incontrate: da sapere cosa fare per avere un passaporto per il mio cane, fino a cercare e trovare un posto dove poter mangiare, dormire o fare semplicemente i bisogni o farla relazionare, mi ha portato a creare un sistema geolocalizzato dove condividere le nostre esperienze. Soprattutto per tutti quelli che hanno come miglior amico un cane, e per stimolarli a portarlo in vacanza con la famiglia. Da lì la community si è allargata ogni giorno di più così come le informazioni e le strutture. Tutto è gratuito basta registrarsi ed inserire la zona o la struttura abilitata al ricevimento dei nostri amici a 4 zampe.

VAI ALLA RUBRICA ‘LA ZAMPA’ DE LASTAMPA.IT

Qual è la situazione delle strutture in Europa e qual è secondo te il paese più dog-friendly ?
La situazione in Europa, ne stavo giusto parlando al telefono con l’ENPA qualche minuto fa,
è decisamente variegata. Si passa da un paese come la Francia che è in assoluto il paese più dog-friendly in Europa, così come Inghilterra e Germania che la seguono a ruota. L’Italia la posizionerei ancora a metà strada (con Roma Milano e Torino in testa), considerando che nel fanalino di coda metterei la Spagna e il Portogallo… dove non si può prendere neache un semplice treno o salire sull’autobus di linea né tantomeno i cani possono prendere la metropolitana, Saragozza è una isola dog-friendly nella penisola iberica ad esempio e dall’estate prossima a forza di bussare e “disturbare”, a Barcellona sarà permesso finalmente l’accesso ai cani in metropolitana.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag

Articoli correlati