Pubblicato il

Capelli: le alternative allo shampoo

Lavarsi i capelli senza shampoo si può. Ecco alcuni metodi alternativi per avere capelli puliti e privi di sostanze chimiche

Capelli sani
 thinkstock

Curiosando in rete si trovano diverse testimonianze di persone che hanno deciso di smettere con lo shampoo. Non significa che non si lavano i capelli, ma che hanno trovato dei metodi alternativi, e le loro chiome risultano perfettamente sane e pulite. E non sono degli irriducibili hippy. I più ‘estremi’ usano solo acqua, altri scelgono degli espedienti casalinghi, ma in generale la loro logica non fa una piega: se per millenni l’umanità è vissuta benissimo senza shampoo, balsamo, creme e cremine, perché mai dovremmo credere cecamente che un prodotto ci sia così indispensabile? E soprattutto, quante sostanze chimiche siamo disposte a versarci in testa diverse volte alla settimana solo perché ce lo dicono le pubblicità? Chi ha eseguito l’esperimento ‘tanto per provare’ non è più tornato indietro: i racconti si accomunano, concordando sul fatto che le prime due settimane effettivamente i capelli risultano più uniti e spenti, ma superato lo scoglio iniziale ricominciano ad avere un aspetto sano e lucente, addirittura migliore di prime. Come se si disintossicassero dalle sostanze chimiche, e dopo un momento di ‘astinenza’ ricominciassero a vivere.

Ma se sciacquarvi solo con l’acqua non vi convince, ci sono altri modi naturali per lavarsi i capelli e dire addio allo shampoo industriale, oltre all’uso di prodotti erboristici che spesso hanno prezzi proibitivi. Un metodo per esempio consiste nell’utilizzare del normalissimo bicarbonato di sodio: sciogliete mezzo cucchiaino di bicarbonato in una tazza d’acqua tiepida, e usatela come detergente. I capelli risultano puliti, così come la cute, ma si consiglia di non abusare di questo espediente o si rischia di indebolire le cuticole. Potete alternarlo quindi ad altri metodi, come per esempio l’acqua con succo di limone: spremete un limone intero, diluitelo con acqua tiepida, e massaggiate la cute. Il limone è un ottimo detergente, e nei capelli biondo/castani funge anche da schiarente. Altro elemento alternativo allo shampoo è l’aceto di mele, da diluire sempre con l’acqua: non preoccupatevi, una volta risciacquati ed asciugati i capelli non odoreranno di aceto.

Questi metodi sono eccellenti nel detergere la cute, ma se volete rinvigorire le chiome indebolite, potete procedere con vere e proprie ricette di bellezza. Sbattete un uovo con mezzo limone e un filo d’olio d’oliva (o di mandorle) e usatelo come impacco, lasciando agire qualche minuto: il risultato è strabiliante in quanto a morbidezza e lucentezza. In alternativa, mescolate l’uovo con della polvere di cacao, nutriente e setificante. Ancora, lo yogurt è un ottimo elemento per fare impacchi casalinghi, sia per la pelle che per i capelli, sempre arricchito con poche gocce d’olio e succo di limone per detergere più a fondo. Potete alternare queste ricette più sostanziose ai primi metodi elencati e i risultati non si faranno attendere: provare per credere.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati