Pubblicato il

La cucina “zero sprechi” di Jack Monroe

Mamma single e disoccupata, è divenuta celebre con il libro “Cucinare con due euro al giorno”, una raccolta di ricette anti crisi divenuto bestseller

blogger inglese, autrice libri cucina
Thetelegraph.co.uk

Il The Guardian titola “Cucina Povera” un articolo sulla famosa blogger inglese Jack Monroe, nome “d’arte” dietro cui si cela Melissa, mamma single ventiseienne e con tanta voglia di mettersi in gioco. La voglia – in questo caso – arriva dalla crisi, dalla disperazione di non trovare lavoro nonostante i molti curricula inviati dopo aver perso il posto da centralinista nella stazione dei pompieri. Motivo della disoccupazione? L’impossibilità da parte dello Stato inglese di concederle il part time.

Melissa si ritrova a dover fare i conti (nel vero senso della parola) con 10 sterline alla settimana; l’equivalente di circa di 12 euro con cui portare avanti la casa e dare da mangiare a suo figlio. Iniziano così i primi escamotage per avere qualche soldo in più: vendita di elettrodomestici e mobili, rinuncia al riscaldamento o poca spesa. È in questo momento che la ragazza decide di creare un blog A Girl called Jack. Ed è in questo momento che diventa famosa.

Jack racconta di sé e di quella volta che suo figlio le chiede perché non fa colazione. La rsposta è “non ho fame”, ma a un bambino di due anni è difficile nascondere la verità, soprattutto se i brontolii dello stomaco indicano il bisogno di nutrirsi. Una storia come tante, ma che per fortuna va a buon fine. Sul web iniziano a circolare le ricette “anti crisi” o “povere” che la ragazza condivide con tanto di immagini, consigli su come fare la spesa evitando inutili offerte o sbagli sulla scelta dei prodotti da acquistare. “Bisogna iniziare dalle proteine, poi le verdure, poi i carboidrati (riso bianco lungo e pasta a farina bianca sono i più economici)”. E ancora piccoli trucchi su come non rinunciare ai latticini (barattoloni di yogurt bianco utili per sane merende con frutta fresca o come ingrediente per molti piatti), o alla frutta (bustoni di mele).

Il suo blog inaugurato nel 2012 propone una serie di piatti low cost e appetitosi con tanto di consigli salva-risparmi, diventando una specie di diario e insieme di valvola di sfogo dopo giornate nere in attesa di una risposta da questa o quell’azienda per cui ci si è candidata. Oggi quelle ricette sono diventate un libro di cucina “Cucinare con 2 euro al giorno” che esce in Italia per Newton Compton Editori e Jack è un’autrice molto richiesta. Ogni piatto ha il costo massimo di 2 euro e contiene in sé la filosofia del risparmio, della sana alimentazione e della soddisfazione di poter mandare avanti la gestione familiare senza rinunciare al gusto.

Qualche esempio? Pollo in casseruola con fave, cuori di carciofo, salsa di pomodoro, carote, cipolle, erbette e aglio: costo 1,19 euro. Pasta al pesto di cavolo verde, spaghetti, limone, formaggio e peperoncino: costo 75 centesimi di euro. E ancora zuppe, pesce azzurro, pasticci e tortini preparati con verdure e spezie saporite. Un esempio di come essere felici a tavola non comprenda ristoranti stellati o piatti “patinati”; piuttosto il ritorno alla semplicità e al benessere.

Articoli correlati