Pubblicato il

Arriva Slow Wine 2015, tutto il vino in una guida

Numeri, dati e anticipazioni sulla nuova edizione della guida targata Slow Food, che racconta il meglio di etichette, aziende e vini in Italia

Vini, bottiglie, etichette
Courtesy of © Google
1909 cantine, 23.000 vini degustati, 242 collaboratori, 182 chiocciole, 170 bottiglie, 140 monete, 253 Vini Slow, 157 Grandi Vini, 254 Vini Quotidiani. In parole povere, tutto il mondo del vino in un libro. Quello della guida Slow Wine, pubblicata da Slow Food Editore, e giunta alla sua quinta edizione.
 
Una guida che in questi anni ha cambiato non soltanto l’approccio italiano al vino, ma anche la stessa Italia, rendendola più pocket, più consapevole, meno approssimativa. Migliore. Il tutto in maniera semplice, immediata, grazie al prezioso apporto delle sezioni ad hoc. Le etichette degne di nota si trovano in Vino Slow, contraddistinto non solo da una qualità organolettica eccellente, ma da un mix di territorio, storia ed ambiente ed un ottimo rapporto qualità prezzo. I Vini Quotidiani sono quelli il cui prezzo non eccede i 10 euro, mentre i Grandi Vini raccolgono le migliori etichette selezionate provenienti dall’intera penisola. Nella sezione Chiocciole, invece, tutte le cantine rispettose dei valori organolettici, territoriali e ambientali in sintonia con Slow Food. 
 
In attesa di poter conoscere tutto, ma proprio tutto, sulla nuova edizione, Fabio Giavedoni, uno dei curatori, ha anticipato qualcosa in un’intervista per Vanity Fair: “Le grandi regioni, ovvero Piemonte, Toscana e Veneto, continuano a rimanere importanti ma c’è molto fermento al centro, nelle Marche e in Abruzzo e al sud, tra Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, dove c’è un’energia particolare. Inoltre il numero di aziende biologiche nella Slow Wine di quest’anno è decisamente aumentato dall’anno scorso: da 450 a 590. È il segno di una forte attenzione verso la sostenibilità che non abbiamo notato solo da parte delle piccole realtà ma anche delle grandi aziende”.
 
Durante la presentazione della guida sono state anche annunciate tre iniziative collaterali: la rivista digitale Slow Wine Magazine, redatta in tre lingue; la webradio La voce del vino che inizierà le trasmissioni durante la prossima edizione del Vinitaly; la stesura di un Manifesto di etica ed estetica del vino. Per non farsi mancare nulla.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag