Pubblicato il

Ribes, un concentrato di vitamine

Le bacche rosse o nere del ribes sono benefiche e salutari

RIbes rosso
istockphotos

Esiste rosso, nero e anche bianco, anche se quest’ultima versione è poco diffusa: il ribes è un frutto che vale la pena consumare in tutte le sue varietà perché si tratta di una vero concentrato vitaminico.  L’origine del termine non è chiara, secondo alcuni deriverebbe dall’arabo e significherebbe ‘acido’. Il ribes è diffuso in gran parte dell’Europa e del Nordamerica, in Asia, in alcune aree del Nordafrica e in alcune zone del SudAmerica. In Italia il più diffuso è il ribes rosso, dal nome botanico di ribes rubrum ma anche noto come ribes alpinum. E’ infatti dalle Alpi che prende il nome, essendo la pianta tipica delle zone montane. Il periodo di raccolta del ribes rosso e di quello nero va da giugno a settembre, mentre per quello bianco (uva spina) la raccolta avviene tra agosto e settembre.

Le lucide bacche rosse, unite a grappolo, dal sapore dolce acidulo, sono molto dissetanti e vengono comunemente utilizzate fresche e in macedonie di frutta. Il ribes è inoltre adoperato per la preparazione di sciroppi e marmellate e viene spesso utilizzato come decorazione di vari tipi di dolci grazie alla sua estetica particolare. Il succo del frutto è un ottimo aromatizzante per vini e aceti, e quello nero è impiegato anche nella produzione di liquori – molto noto è il Creme de Cassis.

Aldilà dei molteplici utilizzi in campo gastronomico questa piccola bacca è, come molti tra i frutti di bosco, ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo. In tutte le varietà dei suoi frutti è contenuto un elevato quantitativo di vitamine A, B, C e K e di antiossidanti, sono presenti buone dosi di minerali come il calcio, ferro, fosforo e potassio. I ribes hanno inoltre proprietà antinfiammatorie, diuretiche, depurative e antiallergiche (soprattutto il ribes nero pare abbia forti proprietà antistaminiche), spesso infatti anche le foglie sono utilizzate in infusi e tisane. Il succo del ribes nero, ha proprietà astringenti e viene impiegato per contrastare i casi di diarrea, inoltre gli acidi presenti in quest’ultimo sono considerati utili in caso di inappetenza.

Nella tradizione popolare il ribes veniva impiegato anche per la cura della gotta e dei dolori reumatici. Infine, anche dai semi viene ricavato un olio dotato di proprietà antinfiammatorie e utile per chi soffre di artrite.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag