Pubblicato il

Low-poo naturale, lo shampoo è fai-da-te

Fatto a casa il detergente beauty 100% naturale

Donna si fa il bagno
iStock

Shampoo aggressivo addio. Giro convulso nel reparto dei prodotti per i capelli, anche. Sedute dal parrucchiere, pure. Ora è tempo di pensare solo al sole, al mare e al benessere del corpo. E a quello dei capelli. Quest’ultimo spesso soffre di molti stress perché al mare i lavaggi si fanno prolungati e frequenti. Eppure è inutile disperarsi. Oggi l’opportunità dettata dal farsi lo shampoo in casa a base di prodotti naturali, è davvero possibile.

LEGGI ANCHE: DOCCIA SENZA SHAMPOO, COME FARE?

Preparazione low-poo

Senza che le donne si trasformino improvvisamente nel piccolo chimico, Grazia Francia ci spiega come realizzare un prodotto speciale fatto in casa al 100% naturale. Se avete voglia di lanciarvi nel low-poo, questa è l’occasione giusta. La parola deriva dall’unione di shampoo e low, inteso come indice di grado, basso, di agenti chimici nel prodotto. Questa è la soluzione. A portata di dimensione domestica. Cominciate con l’idea che il vostro shampoo 2.0 sia privo di siliconi e parabeni. Entrambi prodotti nocivi per la fibra capillare.

Shampoo
Shampoo

Per questo avere il controllo dei prodotti in maniera diretta potrà evitare che in essi finiscano componenti nocive per il cuoio capelluto.

Cominciate munendovi di un flacone di circa 200 ml che permetterà di accogliere il vostro low-poo. E portarlo poi sempre con voi. A questo punto scegliete una base neutra di sapone bio. Aggiungete a esso qualche proteina di riso e qualche goccia di olio essenziale.

Gli olii servono per la profumazione fresca. Poi mescolate la totalità degli ingredienti e assicuratevi di ottenere una crema liscia. A questo punto avete formato il vostro shampoo neutro e odoroso. Potete usarlo per la doccia e per il bagno. Senza esagerare, servirà per proteggere le chiome da stress inutili. In virtù della sua struttura, il low-poo è adatto a lavaggi dopo il mare. Quando il capello risulta essere estremamente secco e disidratato. A questo punto invece, non rimane altro da dire che buona estate.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag

Articoli correlati