Pubblicato il

Ripiani del frigorifero: come disporre il cibo

La conservazione corretta degli alimenti in frigo passa anche dalla posizione in cui li si sistema

istockphotos

Formaggi, carne, verdure, avanzi della cena: tutti alimenti che vanno conservati in frigorifero. Ma per mantenerli in modo ottimale e il più a lungo possibile occorre posizionarli nello scomparto giusto. Se inseriti alla rinfusa sui ripiani del frigorifero potrebbero facilmente deteriorarsi a causa di temperature sbagliate o umidità eccessiva. Online troverete diversi vademecum su come posizionare i cibi tra i ripiani del frigorifero. Quello che vi riportiamo noi proviene dal Business Insider UK.

Quali cibi su quali ripiani del frigorifero?

Cominciamo dall’alto, dal ripiano superiore. Secondo il magazine a quell’altezza, ovvero la meno fredda nell’elettrodomestico, vanno conservati formaggi, latticini tipo yogurt e derivati (burro). Si posizionano qui anche prodotti che contengono latte, come cioccolato e dolci. Nei ripiani del frigorifero che si trovano a metà, è bene conservare gli alimenti cotti (riposti dentro contenitori ermetici) come verdure, carni, pesce, avanzi di pasta. Il ripiano inferiore, il più freddo, ospiterà invece il latte, le uova, la carne e il pesce crudi. Sulla conservazione delle uova in frigo tuttavia occorre specificare che esistono studi secondo i quali si possono conservare a temperatura ambiente.

I cassetti alla base del frigo sono appositamente pensati per frutta e verdura, perché all’interno di essi si crea meno umidità. In particolare le verdure a foglia, molto delicate, vanno sempre riposte qui. Separate i vegetali che producono molto etilene (ve ne abbiamo parlato qui) da quelli facilmente reperibili. Lo sportello andrà utilizzato per bibite e salse (maionese, senape, etc). Infine, un consiglio che riguarda la parte superiore del frigo: quando l’elettrodomestico non è incassato nella cucina, spesso si utilizza la sua sommità come ripiano. Evitate però di riporvi bottiglie di vino, pane e tutto ciò che si altera facilmente. Lassù infatti si percepisce il calore dovuto al funzionamento dell’elettrodomestico. Meglio utilizzarlo per alimenti non deperibili come pasta secca, riso, pomodoro in scatola, zucchero.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag