Pubblicato il

Cibo: le più nuove (e strane) tendenze del 2017

Due porzioni di poke hawaiano
sveta_zarzamora-istock

Mancano pochi mesi al 2017 e, come si dice,  anno nuovo vita nuova. Ed anche cibo nuovo. Con l’approssimarsi del nuovo anno sono già cominciati i primi pronostici sulle tendenze del 2017, anche in campo alimentare. Nell’era dei social e di Instagram in particolare, le mode arrivano a diventare veri e propri tormentoni. Ed il cibo non fa eccezione. Sperimentati, assaggiati, e poi immancabilmente fotografati e postati, i piatti del momento colorano i profili degli utenti. Diventano oggetto di discussione e di condivisione. E proprio per questo oltre che buoni (a volte anche prima che buoni) devono essere necessariamente belli o quantomeno “fotogenici”. E’ una delle conclusioni a cui è giunta la ricerca effettuata dalla catena britannica di supermercati Waitrose. Lo studio, condotto sulla base degli acquisti effettuati dai clienti, di un sondaggio e di differenti focus group, ha analizzato le nuove tendenze alimentari del 2017. E i risultati non sono esenti da sorprese.

Un 2017 all’insegna del “green food”

Frutta e verdura sembrano i salutari protagonisti della dieta del nuovo anno. I cittadini britannici sembrano, dunque, animati da buoni propositi. Se riusciranno a mantenere il punto anche con il trascorrere dei mesi questo è tutto da verificare. Specialmente se i cibi dell’anno si riveleranno essere davvero quelli (particolarmente strani per la verità) individuati dalla ricerca. Tra gli alimenti più in voga si distingue il fresco e salutare succo di anguria. Grazie ad una testimonial d’eccezione come Beyoncè la bevanda potrebbe davvero diventare uno dei tormentoni del 2017. Anche l’acqua di cactus, ricca di vitamine, sali minerali ed antiossidanti, potrebbe trasformarsi in una vera rivelazione. Così come l’abbinamento, probabilmente non troppo invitante, tra yogurt e verdure. Yogurt alle carote, alle barbabietole, alla zucca o ai cetrioli danno, infatti, l’idea di essere più sani che buoni. Ma chissà che non riservino qualche inaspettata sorpresa.

Il gusto delle Hawaii nei piatti del nuovo anno

Il piatto dell’anno, secondo la ricerca, sembra però essere il Poké hawaiano. Si tratta di un’insalata a base di pesce crudo (generalmente tonno o salmone) marinato nel succo di lime, salsa di soia e semi di sesamo. La ricetta sembra davvero sfiziosa ed infatti Waitorse ritiene che possa arrivare persino ad insidiare il sushi tra le preferenze “esotiche” dei consumatori. A suggerirlo sarebbe l’acquisto crescente della sfiziosa insalata da parte degli avventori dei punti vendita della catena. Insalate e piatti preconfezionati (hawaiani oppure no) saranno in ogni caso i compagni fedeli dei pasti dei lavoratori sempre di fretta anche nel 2017.

Il “cibo spazzatura” del 2017

Dopo tanta salute ci vuole, però, anche uno strappo goloso. Anche se quello che Waitorose indica come il dessert del 2017 più che uno strappo sembrerebbe un vero squarcio. Il dolce in questione è il Freakshake australiano. Alias una bomba calorica a base di milkshake sormontato da una composizione più o meno casuale dei dolci più disparati incastonati in un trionfo di panna montata. Roba, insomma, che un paio di cucchiaini sono in grado di vanificare anche la più rigorosa dieta a base di yogurt alla verdura, acqua di cactus e via dicendo.