Pubblicato il

Dieta prima degli esami, come prepararsi

Manca poco alla maturità: l’alimentazione può rivelarsi un importante alleato nell’affrontare questo periodo

dieta prima degli esami
istockphotos

E’ uno dei periodi indimenticabili della vita, ma anche uno dei più stressanti. La maturità, la fine della scuola superiore, richiede una grande performance finale. Un periodo di studio intenso, ma anche di ansie, preoccupazioni, stress. Secondo gli esperti, un valido aiuto può venire dal tipo di alimentazione che si segue. In particolare, dalla colazione. Concentrarsi di più, mettere in moto i neuroni e sconfiggere la stanchezza: il cibo si rivela un importante alleato, se si segue la giusta dieta prima degli esami. Ce la spiega la dottoressa Valeria del Balzo, biologa nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma, assieme al blog www.iocominciobene.it, dedicato da Aidepi all’importanza della prima colazione.

Dieta prima degli esami: l’importanza della colazione

L’accento è dunque principalmente puntato sulla colazione. Saltarla per dormire 10 minuti in più non ha alcun effetto positivo. Anzi, è una cattiva abitudine che la dieta prima degli esami non deve prevedere. “Numerose pubblicazioni – spiega la dottoressa – hanno dimostrato come l’omissione della prima colazione riduca la capacità di concentrazione.” Consumare alimenti dolci può aiutare nella produzione di serotonina, utile calmante e antistress, che aiuta il buonumore. Ecco che dopo il digiuno notturno si fanno utili i cereali abbinati a zuccheri, utili per la funzione cerebrale perché fanno fare il pieno di energia al corpo dopo il digiuno notturno. Via libera, dunque, a pane, fette biscottate, biscotti, prodotti da forno e cereali da prima colazione. Il mix ideale è composto “da cereali, che apportano zuccheri a lento rilascio, latte o yogurt, e un frutto.”

Mangiare cereali

Latte e caffè

Il latte, aggiunge la dottoressa, è ricco, nutriente e contiene sali minerali, di cui i giovani hanno bisogno. Consumare la colazione al mattina aumenta le capacità cognitive, e anche chi ha fretta piuttosto che restare a digiuno dovrebbe almeno bere un bicchiere di latte e mangiare qualche biscotto, possibilmente integrale.

In Italia è spesso il principe della colazione, ma è sempre meglio non esagerare. Parliamo del caffè, che nella dieta prima degli esami può entrare come ‘eccitante’ mattutino, ma senza mai superare le tre tazzine al giorno. Soprattutto considerando che spesso i ragazzi bevono anche soft drinks che contengono caffeina.

Il giorno dell’esame, è importante consumare alimenti facilmente digeribili. Evitando prodotti farciti e puntando sulla leggerezza, ma soprattutto senza trascurare l’apporto di frutta. Ricchi di sali minerali, importanti per la concentrazione, e idratanti.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag