Pubblicato il

Giocattoli per adulti, la rivincita dei ‘kidadult’

Giocano con droni e Lego senza tabù

Giocattoli per adulti
iStock

Giocattoli per adulti, anzi no per bambini invadono case e quartieri. Macchinine oppure mattoncini Lego disseminati attorno al letto o nella propria abitazione. Scene di normale quotidianità per chi ha figli o nipoti ma un po’ meno consueti se si pensa che esse interessano una nuova categoria di adulti e non di bambini. Si chiamano ‘kidadult’ e starebbero vivendo un vero e proprio boom. Un po’ adulti un po’ bambini, questi soggetti amano giocare utilizzando i classici giocattoli destinati invece ai più piccoli. A farne un ritratto preciso ed esatto è un articolo del The Telegraph che fotografa con esattezza il fenomeno.

Giocattoli per adulti: la ricerca

Secondo una ricerca condotta dal NPD Group, la vendita di giocattoli per adulti sarebbe cresciuta di due terzi negli ultimi cinque anni. Il 20% solo nell’ultimo anno. Gli adulti-bambini hanno all’incirca tra i 18 e i 34 anni
e comprano giocattoli molto diversi. Dai droni, ai Lego ispirati alla saga Star Wars. I motivi? Un ritorno all’infanzia oppure semplice svago; e il fenomeno interesserebbe anche gli over 70.

“Ho molti giocattoli sparsi per tutta casa – ha dichiarato Andrew Birkin – un 71enne sceneggiatore -. Sono un modo per connettersi con i miei figli”. “I giocattoli mi piacciono e fortunatamente mio figlio di 5 anni è un appassionato della Prima Guerra Mondiale e di aeroplani. Quindi possiamo giocare insieme. Ho persino comprato un drone. Così faccio foto e gliele mostro”. Dalla testimonianza raccolta dal magazine, si capisce come l’uso di giocattoli per adulti sarebbe soprattutto una questione di socialità con la famiglia. Tuttavia esistono motivazioni più profonde, come rivela lo stesso Birkin al magazine inglese. Secondo l’uomo infatti le ragioni risiederebbero nel tentativo di rimanere in qualche modo connessi con la parte più ludica e infantile, nel senso di innocente, di se stesso. Bambini per sempre insomma, un modo come un altro per rimanere almeno un po’ innocenti nel corso della propria esistenza.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag