Pubblicato il

Olio d’oliva elisir di lunga vita. Parola di scienziati

Gli scienziati hanno dimostrato che chi consuma olio d’oliva vive di più

istockphotos

Che l’olio d’oliva faccia bene alla salute e alla bellezza è cosa risaputa. Sapientemente dosato nella dieta ed utilizzato come ingrediente per cosmetici naturali è un vero toccasana. Ma da una ricerca della Stanford University School of Medicine è emerso ancora di più. I risultati, recentemente pubblicati dal Daily Mail,avrebbero, infatti, dimostrato che l’olio è addirittura un elisir di lunga vita. Gli studiosi che si sono occupati della ricerca hanno constatato che un’alimentazione ricca di olio d’oliva permette addirittura di vivere più a lungo. Per lo meno è quanto accaduto ai nematodi utilizzati come oggetto di studio. La ricerca è stata, infatti, condotta su un campione di vermi cilindrici. Ma gli esperti ritengono che i risultati ottenuti siano sovrapponibili anche agli esseri umani.

Olio d'oliva


L’olio d’oliva allunga la vita

Gli studiosi che hanno condotto la ricerca hanno somministrato ad un gruppo di nematodi un’alimentazione a base esclusivamente di grassi monoinsaturi. Rispetto ai vermi che non ne avevano consumati, quelli a cui erano stati somministrati sono sopravvissuti due giorni di più. Che in un ciclo vitale di circa 15 giorni non sono affatto trascurabili. Il motivo risiede nelle proprietà dei grassi contenuti nell’olio. E’ stato, infatti, dimostrato che questo tipo di sostanze nutritive riducono il rischio di disturbi cardiaci. Proteggono, inoltre, le cellule dai segni dell’invecchiamento, e aiutano l’organismo ad accedere rapidamente all’energia fornita dagli alimenti. Non è un caso, dunque, che le diete della maggior parte degli ultracentenari siano spesso ricche di grassi monoinsaturi.

Olio d'oliva


… ma fa ingrassare

La ricerca ha, però, condotto anche a risultati inaspettati. Si è, infatti, sempre sostenuto che l’aumento di peso è nemico della buona salute. Lungi dal voler smentire un assunto che non ha mai lasciato adito a dubbi, gli studiosi che hanno condotto la ricerca hanno però constatato con sorpresa che i vermi nutriti con i grassi acidi monoinsaturi sono, sì, sopravvissuti più degli altri, ma sono anche notevolmente ingrassati di più. Inutile dire che la circostanza abbia destato un certo stupore. Nessuno avrebbe mai pensato che i soggetti più longevi sarebbero stati quelli meno in forma.

D’altronde che troppo olio faccia ingrassare non è mai stato un mistero. Come, del resto, è un dato di fatto che i cittadini dell’Europa meridionale, noti consumatori di olio d’oliva, siano meno soggetti a malattie cardiache nonostante consumino più grassi. Come in tutte le cose, dunque, l’importante è non eccedere né in un senso né nell’altro. L’olio d’oliva va consumato con parsimonia. Ma non va né eliminato né tanto meno demonizzato perché nella giusta quantità fa bene alla salute. Lo dicono anche gli scienziati.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag