Pubblicato il

Esami: come affrontarli al meglio con il cibo

La dieta perfetta per vincere ansia e stress e perfornire al cervello l’energia necessaria a mantenere la concentrazione

Eva-Katalin-istock

Se c’è una situazione in grado di scombussolare lo stato fisico e mentale è la preparazione degli esami. Stress, ansia, stanchezza ed agitazione sono sempre in agguato, proprio quando si avrebbe più bisogno di essere al 100%. Per resistere alle sollecitazioni di lunghe giornate di studio e di stress l’alimentazione può rivelarsi un valido aiuto. Apportare all’organismo il giusto nutrimento gli permette di fornire il massimo delle sue prestazioni. E di vivere con più tranquillità un periodo di grande tormento. Non tutti i cibi sono uguali e per ottimizzare i risultati occorre seguire una dieta adatta ad affrontare gli esami in ogni fase. Dal momento della preparazione a quello del giorno fatidico, fino a quello immediatamente successivo. Ecco i consigli di Cosmopolitan.fr.

Come preparare gli esami con il cibo

In una fase delicata come quella dello studio, il cervello deve essere super efficiente. Per farlo lavorare al meglio occorre seguire una dieta equilibrata e ricca di alcune preziose sostanze. I carboidrati complessi, come gli amidi, i legumi e il pane integrale, sono un vero toccasana. Così come i cibi ricchi di vitamina B e gli spinaci. Alimenti come la pasta, il riso e le patate aiutano, inoltre, ad alleviare l’ansia e lo stress. Per questo sono particolarmente indicati per il giorno prima degli esami. Per vincere, invece, la stanchezza delle lunghe sedute di studio, via libera alle proteine come la carne, le uova e il formaggio. L’ideale per mantenersi in forze. Per aiutare, infine, la memoria, pesce grasso ricco di omega3 in quantità. Ma anche legumi e banane ricche di magnesio che stimolano la produzione di neurotrasmettitori.

dieta one day

La dieta ideale per il giorno dell’esame

Che si affronti un esame scritto oppure orale, è importante dare la giusta carica all’organismo. E’ fondamentale, dunque, iniziare la giornata con una buona colazione. Che lo stomaco si sia chiuso per l’ansia o meno. Bere molta acqua aiuta a depurarsi dalle tossine. Mentre del pane imburrato, o una ciotola di cereali con latte o yogurt forniranno tutta l’energia che serve, senza sentirsi appesantiti. Spuntini a base di muesli o di dolci daranno una vera e propria sferzata al cervello. Sia nel caso di lunghe attese prima dell’interrogazione, sia durante i test scritti o la stesura di elaborati impegnativi. Se per l’ora di pranzo il supplizio non è ancora finito, ci si può concedere un pasto veloce con i cibi giusti. Un buon panino con pane integrale, ad esempio, oppure frutta e yogurt, nutrienti e leggeri.

dieta prima degli esami

Come ricaricarsi al meglio dopo gli esami?

Quando finalmente gli esami sono finiti, il nostro corpo potrebbe avere ancora bisogno di un aiuto. Per ritrovare la tranquillità e far scendere i livelli di ansia e di adrenalina, il cibo può rivelarsi ancora una volta molto utile. Esistono, infatti, alcuni alimenti che vantano veri e propri effetti calmanti. Il cioccolato fondente, ad esempio, è il re dei cibi anti-stress. Pochi bocconi fanno sentire subito più rilassati e felici. Ma anche le mandorle e frutti in guscio in genere ed i semi come quelli di girasole sono un ottimo rimedio contro l’ansia.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag