Pubblicato il

Erbe aromatiche: come farle durare più a lungo

Qualche piccolo trucco per far sopravvivere le erbe aromatiche una volta raccolte dal vaso o dall’aiuola

erbe aromatiche
istockphoto.com

TUTTO IL BUONO DELLE ERBE AROMATICHE

Prezzemolo, rosmarino, timo, maggiorana: sono solo alcune delle specie di erbe aromatiche che la natura ci offre. Profumatissime e belle da vedere, sono utilizzate in cucina per la preparazione di molte ricette. Ma sempre più spesso anche come elemento decorativo indoor e outdoor. In giardino, in balcone o in terrazzo, non è raro ammirare piccoli orti domestici, graziosi e funzionali. Ma anche in cucina spesso le erbe aromatiche sono utilizzate come elemento decorativo.

COME CONSERVARE LE ERBE AROMATICHE

Una volta tagliate dalla pianta, le foglie delle varie erbette fresche non durano molto a lungo. Quindi è consigliabile tagliarle al bisogno. Oppure, se non avete le piantine e le acquistate già tagliate, è bene seguire alcuni dei consigli che stiamo per illustrarvi. Innanzi tutto partiamo dal presupposto che non tutte le varietà vanno conservate nello stesso modo. In generale la durata di vita delle erbe tagliate fresche è solo due giorni, mentre una mini pianta dura circa tre. Le erbe aromatiche dure con i gambi legnosi, come il rosmarino e il timo, avranno diverse modalità di conservazione dalle erbe dolci, come il dragoncello ed il prezzemolo. Erbe come la menta e l’aneto, invece, devono essere conservate in un bicchiere d’acqua se si desidera mantenerle fresche a lungo.

PICCOLI TRUCCHI DI CONSERVAZIONE

Gli esperti della rivista britannica Good Housekeeping offrono una mini guida di conservazione delle erbe aromatiche. Le specie dolci come basilico e coriandolo dovrebbero essere tolte dal loro imballaggio appena acquistate e messe in un bicchiere d’acqua. Proprio come un mazzo di fiori nel vaso, con l’accortezza di mettere il bicchiere in frigorifero. Un altro metodo è quello di avvolgere i rametti in un panno bagnato ed inserirlo in un sacchetto di plastica. Da riporre anche questo, ovviamente, nel frigorifero. Se abbiamo solo le foglie, per farle durare più di due giorni dobbiamo invece passare al loro congelamento. Possiamo usare lo stampino per i ghiaccioli e riempire i cubetti con acqua e foglie a pezzettini. Oppure usare burro o olio al posto dell’acqua, per un condimento aromatizzato pronto all’uso.

Fonte: dailymail.com.uk

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag