Pubblicato il

Zucchero: come bandirlo dalla dieta

Lo zucchero è nemico della linea e della salute. Ecco i consigli dei nutrizionisti per ridurne l’apporto con poche piccole accortezze

Woman holds in hands of sugar cubes
istockphoto.com

C’è chi le diete le ha provate davvero tutte. Quelle part time, quelle “da trainer“, quelle basate sul consumo di un solo alimento, o quelle iperproteiche. I risultati possono essere più o meno soddisfacenti a fronte di notevoli sacrifici che, talvolta, non si rivelano neanche particolarmente salutari per il nostro organismo. Non occorre necessariamente ricorrere a metodi fantasiosi e complicati per perdere peso. Chi ha sperimentato diverse diete e si è consultato, magari, con un nutrizionista si è certamente reso conto che a volte basta cambiare un minimo le proprie abitudini ed abbracciare un regime alimentare più sano per mantenersi e ritrovare la forma. L’importante è essere costanti. E, soprattutto, consumare il necessario eliminando il superfluo. Come lo zucchero ad esempio.

Zollette di zucchero
Zucchero

Tutti sappiamo quanto sia nemico della linea. Ma in molti forse ignorano che lo si può trovare anche in alimenti generalmente considerati dietetici. Ecco, quindi, qualche consiglio della nutrizionista Lisa Young che ha spiegato a Business Insider UK come eliminare lo zucchero in eccesso. Ed avere, dunque, una dieta più sana ed equilibrata.

Zucchero naturale vs zucchero aggiunto. Ecco dove sbagliano in molti

Quando si sceglie di ridurre il consumo di zucchero è fondamentale fare una doverosa distinzione. Quella tra gli zuccheri naturalmente presenti negli alimenti e quelli, invece, aggiunti. Questi ultimi, infatti, sono trasformati. Non hanno alcun valore nutrizionale ed, anzi, contribuiscono all’aumento di peso e all’insorgere di malattie e disturbi dell’organismo. Discorso diverso vale per quelli naturali, come il fruttosio ed il lattosio. Si tratta di zuccheri semplici che sono più facili e veloci da assorbire per l’intestino. Se la frutta e i latticini sono, dunque, alleati di una dieta sana, i dolciumi ne sono il principale nemico. Sembra tutto molto scontato, almeno fin quando ci si rende conto che gli zuccheri aggiunti sono anche dove non ci si aspetta. Bisogna fare molta attenzione alle etichette dei prodotti ed utilizzare il buon senso. E considerare che a volte la soluzione più semplice è quella migliore per il nostro benessere.

Lo zucchero e i cereali. Un binomio a cui fare attenzione

Innanzitutto bisogna tenere in considerazione che alcuni cereali contengono più zucchero di quanto si possa pensare. Per individuarli, Lisa Young consiglia di consultare i valori nutrizionali ed evitare i cereali che presentano un contenuto di zucchero superiore a quello delle fibre. Ed a proposito di fibre, la nutrizionista ne sottolinea le virtù nell’ambito di una dieta equilibrata. Favoriscono le funzioni digestive e contribuiscono a donare una sensazione di sazietà. Ideale per chi ha bisogno di ridurre l’apporto calorico nel corso della giornata. Bisogna, però, fare attenzione a ciò che si consuma. I cereali per la colazione, come il muesli, e le barrette sono, spesso, ricchi di zucchero e non hanno nulla di più salutare di un dolciume qualsiasi.

Cereali
Cereali

Frutta e latticini a volontà. Ma occhio alle “trappole”

Per ottenere buoni risultati da una dieta è importante concedersi pasti regolari. Contribuiscono ad equilibrare il contenuto di zucchero nel sangue e non patire la fame. Per questo scopo sono particolarmente utili la frutta e i latticini come lo yogurt. Ma con le dovute accortezze. Meglio consumare frutta al naturale e ridurre il consumo di succhi di frutta e frutta secca. Il succo, infatti, spesso presenta l’aggiunta di zucchero e non conserva tutte le proprietà del frutto da cui è ricavato. Oltre ad essere liquido, e quindi meno efficace nel mantenere la sensazione di sazietà. Anche la frutta secca potrebbe contenere dello zucchero, e non sazia quanto quella fresca. Bisogna, infine, fare attenzione anche ai frullati. Quando vengono acquistati smoothie già pronti talvolta non si sa se e quanto zucchero vi è stato aggiunto. Meglio, quindi, prepararseli da soli.

yogurt e frutta

Nemmeno lo yogurt è privo di insidie. Se quello bianco naturale risulta particolarmente salutare, lo stesso non può dirsi di quelli aromatizzati. Gli aromi aggiunti sono spesso di dubbia provenienza e composizione e provocano un apporto di zucchero di cui davvero non si ha bisogno. Chi non gradisse il sapore acidulo dello yogurt potrà arricchirlo con della frutta vera. E consumare uno spuntino fresco, sano, gustoso e a basso contenuto di zuccheri.

Bevendo tanto non si sbaglia (quasi) mai

In qualunque regime alimentare bere è importantissimo perché aiuta a mantenere il giusto livello di idratazione. Ma, anche in questo caso, bisogna stare molto attenti a ciò che si beve. Le bibite sono spesso e volentieri un vero concentrato di zuccheri che fanno tutt’altro che bene. Meglio affidarsi agli otto bicchieri d’acqua giornalieri consigliati. Bevendoli tutti, infatti, non si sentirà la necessità di consumare altre bevande meno salutari. E per chi desidera togliersi uno sfizio, un bicchiere d’acqua frizzante non farà male. Purché non si esageri se si ha a cuore la salute dei propri denti.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag