Pubblicato il

Il colore come ispirazione per le running shoes

Che si tratti di battaglie ecologiche o scelte strategiche il colore segna le nuove collezioni di sneaker per Adidas e Nike

Le Ultraboost Parley di Adidas colore
Courtesy of adidas

Per le sneaker di Nike e adidas il colore non è affatto un dettaglio insignificante. Sta al centro dell’universo della gamma di prodotti realizzati da due top brand dello sportswear. Il colore mette in connessione l’atleta con il mondo che lo circonda. Oppure con gli ideali che persegue. Che si tratti di obiettivi puramente collegati ad una prestazione sportiva. Oppure che rappresenti un simbolo che sostiene una battaglia universale.

Il bianco è il nuovo colore di adidas

Per adidas il colore con il significato più importante è il bianco. Ovvero il colore che inneggia alla salvaguardia degli oceani e alla lotta contro l’eccessivo utilizzo della plastica. E che simboleggia l’opera di sensibilizzazione per lo sbiancamento dei coralli causato dall’innalzamento delle temperature del mare. La multinazionale tedesca è da alcuni anni membro fondatore e partner di Parley for the Oceans. Un’organizzazione che ha lo scopo di far crescere la consapevolezza della bellezza e della fragilità degli oceani. Per rinnovare l’impegno in questa battaglia ha lanciato una collezione di tre nuovi modelli della serie Ultraboost. Base, X e Uncaged hanno una livrea bianca. Uniscono tecnologia e impegno ambientale. Ogni paio di sneaker sono realizzate riciclando 11 bottiglie di plastica. Inoltre presentano lacci, rinforzo sul tallone, controtallone, fodera del tallone e rivestimento della soletta in PET riciclato. Per i digital addicted le sneaker presentano un microchip a cui ci si può connettere con la tecnologia NFC. E scoprire maggiori dettagli sulla partenership adidas e Parley.

Le Nike Vapormax Flyknit nel colore Chrome Blush

Quattro nuove colorazioni per Nike

Per Nike invece il colore rappresenta la storia stessa del brand americano. Che grazie ad alcune innovazioni cromatiche, e al sapiente abbinamento con il logo swoosh, ha raggiunto i vertici dello sportswear mondiale. Di certo restano i contenuti a cui Nike ha abbinato scelte di colore significative. Come la finestra infrarossi della Air Max 90, lanciata nel 1987. Oppure il verde/giallo fosforescente della Volt, abbinato alla tomaia Flyknit vista per la prima volta ai giochi olimpici di Londra nel 2012. Ecco perché è significativa anche la scelta cromatica delle nuove Air Vapormax Flyknit. La tomaia in tessuto di maglia sintetica acquisisce quattro nuove colorazioni. Chrome Blush e City Tribes, Desert Moss e Tea Berry, ispirate alle eroine dei fumetti, al running sull’erba e alle esplorazioni spaziali.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ModaTag