Pubblicato il

Biancheria da letto: ogni quanto cambiarla

Shannon Lush, guru australiana della pulizia, rivela qual è la giusta frequenza per cambiare la biancheria da letto

biancheria da letto
istockphoto.com

OGNI QUANTO CAMBIARE LA BIANCHERIA DA LETTO

Lenzuola e federe, cuscini e piumini, vanno cambiati con regolarità, ma non tutti sanno qual è la giusta frequenza per lavare i vari pezzi della biancheria da letto. Una recente indagine nel Regno Unito ha rivelato che il 35% degli adulti cambia la biancheria una volta ogni 15 giorni. Una persona su 10 ha confessato di cambiare le lenzuola addirittura una volta al mese. Una frequenza decisamente inadeguata, specialmente nel periodo estivo, quando con il sudore i tessuti si sporcano prima.

I CONSIGLI DI SHANNON LUSH SUL CAMBIO BIANCHERIA DA LETTO

Il guru della pulizia Shannon Lush, australiana d’origini ma di gran fama nel Regno Unito, ha dato consigli in proposito. L’esperta rivela che, se si fa la doccia quotidianamente, le lenzuola possono essere cambiate una volta a settimana. Diverso è il discorso per le federe dei cuscini. Queste andrebbero cambiate addirittura ogni giorno, al massimo 2/3, poiché catturano tanta sporcizia. Dalle cellule morte della pelle ai batteri raccolti dai capelli, i cuscini sono l’elemento più sporco della biancheria da letto. Secondo l’esperta, sarebbero addirittura una delle cause principali dei punti neri sul viso.

PIUMINI E IMBOTTITURE CUSCINI

Diversa, ovviamente, è la frequenza di lavaggio necessaria per i piumini. Secondo Shannon Lush andrebbero lavati due volte l’anno. Se non potete lavarli in lavatrice e possedete una vasca, il metodo corretto è il seguente. Immergerli in abbondante acqua a circa 37 gradi e aggiungere 2 o 3 tazze di detersivo. Pigiare bene con i piedi puliti e risciacquare con cura 2 o 3 volte. Strizzare bene il più possibile, prima di mettere ad asciugare all’aria aperta.

Per completare la pulizia del corredo della biancheria da letto mancano soltanto i cuscini. Secondo l’esperta, ci sono diversi indicatori per capire quando è giunta l’ora di ricomprarli. Dal cattivo odore che emanano alla presenza di grumi all’interno dell’imbottitura. Un altro metodo è quello di porre il cuscino sull’avambraccio: se si piegherà completamente in due, è ora di sostituirlo!

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag