Pubblicato il

Ripartire le spese con il partner: il modo c’è

Il denaro è tra le cause principali della rottura delle relazioni: dialogo, consulenti (e anche app) possono aiutare

conti da pagare, ripartire le spese
iStock

Ripartire le spese è sempre stato un grande step da superare per chiunque. Ma se pensiamo che il denaro è tra le maggiori cause di rottura delle relazione, forse bisognerebbe imparare ad agire nella maniera giusta. Fortunatamente è possibile parlare di soldi e gestire le finanze, soprattutto tra partner.

Ripartire le spese con il partner: facciamo i conti con i tempi moderni

Lontani i tempi in cui l’uomo doveva pensare a tutto. Oggi – e soprattutto tra Millennials – si paga alla romana. E molto spesso sono le donne a sostenere i loro partner riguardo alle spese di convivenza. Commenti retorici a parte, è necessario fare i conti con i tempi moderni. Gli esperti di bon ton e di psicologia assicurano che il rapporto deve essere costruito a gradi. Il primo appuntamento è un caso a parte: solitamente è chi invita a dover pagare il conto. Ma se l’invitato ha piacere ad offrire una cena, può sentirsi libero di farlo.

Andando avanti in una relazione, non è detto che debba essere sempre la stessa persona a mettere mano al portafogli. Una volta che si è una coppia consolidata, occorre trovare il sistema migliore per entrambe le parti. Ripartire le spese può iniziare a diventare un problema, ma non scoraggiatevi. Se il partner è d’accordo a dividere a metà i conti, lasciate che tra di voi funzioni così.

Ripartire le spese con il partner: rivolgersi ad un consulente non fa male

Esistono diversi modi per dividere le spese una volta che la relazione diventa seria. “A ciascuno il suo metodo” sembra essere lo slogan di consulenti finanziari pronti a correre in aiuto dei casi più gravi. Il primo passo è quello della comunicazione. Parlare chiaro riguardo alle rispettive possibilità di spese, non può che unire maggiormente una coppia.

Il secondo passo è invece quello di stabilire chi può permettersi più spese. In base allo scarto tra stipendi o finanze, si può decidere come dividere i conti da pagare. In questo senso, sono utili anche alcune applicazioni. App come Venmo o quelle bancarie, fungono da veri e propri consiglieri. Ma anche da calcolatrici. La tecnologia in questo caso tiene i conti di chi ha pagato di più o di meno e offre soluzioni per riequilibrare le uscite “sbagliate”.

Anche Splitwise permette di andare d’accordo in tema di vile denaro. Tenendo un registro di chi ha pagato cosa, renderà più semplice controllare il tenore di vita che state conducendo. Molto spesso i partner tendono a sottovalutare gli sforzi economici sostenuti. Grazie a queste app, le uscite registrate parleranno al posto di inutili discussioni. Qualcosa di più semplice? Un taccuino su cui annotare quanto speso o una semplice lavagna sul frigorifero.

Anche se poco romantico, il nero su bianco darà prove certe di quanto insieme possiate spendere o spandere.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag