Pubblicato il

Europei alla guida: curiosità e consigli

Vacanze in macchina in giro per l’Europa? Ecco qualche prezioso consiglio…

europei alla guida
istockphoto.com

CONSIGLI SUGLI EUROPEI ALLA GUIDA

Se state organizzando un viaggio in Europa, per le vacanze estive, vi potrebbe tornare utile avere qualche informazione sugli europei alla guida. All’estero, è infatti sicuramente vantaggioso conoscere curiosità e abitudini del paese in cui ci si trova. Lo sanno bene due aziende come DriveNow e Babbel, che hanno stilato una top 5 in proposito. Paese che vai, automobilista che trovi!

COSA SONO DRIVENOW E BABBEL

DriveNow è il car sharing nato dalla joint venture tra BMW Group e Sixt SE, e Babbel l’app che insegna a parlare una nuova lingua nel minor tempo possibile. Inutile dire che, insieme, sono i compagni di viaggio ideali. Oltre ad offrire ai propri clienti servizi innovativi e di alta qualità, DriveNow e Babbel hanno poi individuato alcune abitudini e curiosità divertenti degli europei alla guida. Consigli sicuramente preziosi, per prepararci al meglio ai viaggi estivi.

EUROPEI ALLA GUIDA: LE CINQUE CURIOSITA’. GERMANIA E UK

1) In Germania il termine “Reiβverschlussverfahren” significa letteralmente “metodo a zip”. Descrive come i guidatori si comportano quando le strade a due corsie si restringono diventando una sola. I guidatori tedeschi, per immettersi nella corsia unica, seguono un ordine specifico, ovvero alternativamente prima da destra e poi da sinistra. Un’altra curiosa particolarità è l’antica tradizione di tenere in macchina, per ogni “emergenza”, un rotolo di carta igienica. Il rotolo è coperto da un cappello fatto all’uncinetto: quest’ usanza è chiamata “Klorolle mit gehäkeltem Hütchenauf der Heckablage”.

2) In Gran Bretagna, come è noto a tutti, la guida è a destra. Un’altra curiosità è il termine “Sunday driver”, il corrispettivo inglese del “guidatore della domenica” italiano. Ovvero l’espressione spesso utilizzata per definire i guidatori particolarmente rilassati nella guida.

DANIMARCA, SVEZIA E FINLANDIA

3) In Danimarca, la bicicletta è il mezzo di trasporto più diffuso e tutti ne possiedono almeno una. I danesi pedalano in gonna, in abito, con i tacchi e anche in condizioni climatiche avverse. È un vero stile di vita, tant’è che è nato un movimento chiamato “Cyclist Chic”.

4) In Svezia il rischio di imbattersi in un cervo per la strada è alto. Perciò bisogna prestare particolare attenzione, specialmente al tramonto. Un’informazione che può tornare molto utile è l’obbligo di tenere le luci di posizione sempre accese a tutte le ore del giorno e della notte. Un’altra curiosità è l’espressione “Tuta och kör!” che significa “suona il clacson e parti!”. Questa frase è usata per tutti gli aspetti della vita per esempio come incitamento per dire “coraggio, devi provarci!”. La cosa strana è che in Svezia è severamente vietato suonare il clacson ed è permesso solo in caso di vero pericolo.

5) In Finlandia, anche solo 1 km/h sopra al limite di velocità consentita, può fare la differenza e può tradursi in ingenti multe calcolate in proporzione al proprio reddito.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag