Pubblicato il

Big Breakfast, perdi peso con una colazione “da re”

Fare il pieno di calorie a colazione è il segreto per ritrovare il peso forma. A svelarlo sono stati i ricercatori della Loma Linda University School of Public Health

dieta big breakfast
Courtesy of©lewkmiller/iStock

In tanti si chiedono quale sia la dieta migliore al fine di avere una silhouette da urlo e, allo stesso tempo, rimanere in salute. I digiuni non aiutano. Non sono mai una soluzione intelligente. Il Daily Mail ha svelato la chiave del successo: la dieta Big Breakfast. In cosa consiste? Una colazione da re, un pranzo da principe e una cena da poveri: questo il mantra da ripetersi, quotidianamente. Ebbene sì, oltre al numero dei pasti e delle calorie, è importate imparare a capire quali sono gli orari giusti in cui mangiare.

Big Breakfast: colazione da “re”

I nostri risultati suggeriscono che, al fine di mantenere il giusto peso, gli adulti dovrebbero mangiare meno frequentemente, evitare gli spuntini e concentrarsi sulla prima colazione che risulta essere il pasto più importante della giornata“. Questo quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori della Loma Linda University School of Public Health e pubblicato sul Journal of Nutrition.

Stop agli spuntini notturni

Tra la colazione e il pranzo è necessario far trascorrere almeno cinque o sei ore. Durante la notte sarebbe bene digiunare per circa 18-19 ore“. A parlare è il Dr Kahleova che, insieme al suo team, ha analizzato i dati raccolti su 50.660 partecipanti. Tutti di età superiore ai 30 anni. Le loro abitudini alimentari (e il loro peso) sono stati monitorati per circa sette anni.

I ricercatori hanno scoperto quali sono i fattori che sono associati a una riduzione dell’indice di massa corporea (BMI). In primis bisognerebbe consumare uno o due pasti al giorno. Sarebbe inoltre opportuno mettere fine agli spuntini notturni.

Mai saltare la prima colazione. Le persone che al mattino mangiano in maniera più abbondante, hanno mostrato una riduzioni significativa del loro BMI rispetto a chi ha scelto il pranzo come pasto principale. Fare più di tre pasti al giorno, e puntare sulla cena per dare libero sfogo al proprio appetito, è la scelta alimentare a cui è associato un BMI più alto.

Calorie. E’ meglio fare il pieno al mattino

Piuttosto che suddividere le calorie nell’arco della giornata, sarebbe meglio concentrarle in pasti più abbondanti. Inoltre, secondo l’endocrinologa Daniela Jakubowicz, l’ora del giorno in cui mangiamo andrebbe a influire sul modo in cui il nostro corpo metabolizza i nutrienti.

Risultati interessanti sono emersi da alcuni suoi precedenti studi. Le persone che assumevano più calorie a colazione, hanno mostrato livelli significativamente più bassi di grelina (ormone che regola la fame) rispetto a coloro che, invece, avevano preferito la cena come pasto principale. Questo li ha resi più sazi. Ha ridotto inoltre il desiderio di fare uno spuntino durante il giorno ergo li ha aiutati a gestire l’appetito tra un pasto e l’altro.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag