Pubblicato il

Alternative al caffè: le migliori per rimanere in salute

Le migliori alternative al caffè per evitare l’abuso di una bevanda salutare che, consumata in eccesso, può rivelarsi dannosa

alternative al caffè
Umkehrer-istock

Corto o lungo, macchiato o schiumato, al vetro o shakerato, per molti il caffè è un piacere. Un rituale quotidiano, un piccolo gesto confortante da ripetere durante una pausa piacevole. Per molti altri, però, oltre a tutto questo è anche una necessità, una vera e propria dipendenza. Cinque tazzine sono il limite da non oltrepassare. Al di sotto di questa dose il suo consumo è considerato un’abitudine salutare. La bevanda è, infatti, un coadiuvante del sistema cardiovascolare e persino un antitumorale. Ma se se ne abusa può causare disturbi come tachicardia, ansia, aggressività e tremori. Sono questi i sintomi in presenza dei quali è fondamentale trovare delle alternative al caffè. Degli alimenti in grado di fornire una sferzata di energia senza danneggiare l’organismo. Le Figaro ha individuato i più efficaci.

Frutta  e verdura funzionano sempre

Una delle migliori alternative al caffè è certamente la frutta. E’ un concentrato di vitamine e di energia. Ed è quanto di più salutare si possa consumare. Il kiwi e gli agrumi, ad esempio, sono un’importante fonte di vitamina C, un toccasana per il sistema immunitario. Ma sono anche potenti antiossidanti. Così come la maggiora parte della frutta, della verdura e dei legumi, tutti ricchi di vitamine, zinco, ferro e magnesio. Una tale concentrazione di sostanze nutritive è il cocktail perfetto per vincere la stanchezza e recuperare le energie. Basterà consumare della frutta a colazione, ad esempio, ed integrarla agli altri pasti con portate di legumi e verdure come spinaci, broccoli o asparagi. E per gli spuntini, via libera alla frutta secca e ai succhi. Da provare, ad esempio, per una vera sferzata, un succo a base di limone, zenzero e miele. Una vera e propria ricarica naturale.

Tisana allo zenzero

Tisane energizzanti a fine pasto: le perfette alternative al caffè

Per molti un pranzo non è tale senza l’espresso finale di rito. Anche per gli “irriducibili del fine pasto” esistono delle efficaci alternative al caffè che non lo faranno rimpiangere. Le tisane sono una di queste. Sarà una vera sorpresa scoprire come una semplice tisana al ginseng dopo mangiato possa “ricaricare le batterie” per diverse ore. Per prepararla basta mettere in infusione tre grammi di radice di ginseng in mezzo litro di acqua fredda. Si dovrà far bollire il tutto per cinque minuti, lasciar riposare per dieci, e poi filtrare la bevanda. La “ricarica” è servita.

Il cioccolato fa la gioia dei più golosi

E se al pomeriggio la mente dovesse cominciare di nuovo ad appannarsi e le energie a venir meno, i più golosi di certo non rimpiangeranno la loro tazzina di caffè se potranno sostituirla con del cioccolato. Anche in questo caso la parola d’ordine è “moderazione”. Non ci si dovrà avventare su un’intera tavoletta. Due quadretti di fondente saranno più che sufficienti per tirarsi su. E non potrebbe essere altrimenti vista la concentrazione di ferro e magnesio che vanta il cioccolato.

Cioccolato

“Sniffare” menta piperita per digerire bene e riposare meglio

Ed anche quando dopo cena ci si sente appesantiti, è possibile non cedere alla tentazione di una tazzina della tanto amata bevanda. Anche quando si sente il bisogno di un piccolo aiuto per digerire esistono, infatti, valide alternative al caffè. Come, ad esempio, l’olio essenziale di menta piperita. No, non bisogna berlo, naturalmente. Basterà aprire la bottiglietta ed inalarne il profumo con un grande respiro per godere delle sue virtù digestive ed energizzanti. A questo punto si potrà andare finalmente a dormire leggeri e soddisfatti.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag