Pubblicato il

Indumenti sportivi e accessori: ogni quanto lavarli?

La borsa della palestra può essere un ricettacolo di germi: come prendersene cura

indumenti sportivi
istockphotos

Fare sport fa bene, ma prendersi cura della propria salute significa anche limitare la proliferazione dei germi e dei batteri che spesso si annidano nella borsa della palestra. Indumenti sportivi, scarpe da ginnastica, asciugamani, ma anche la borraccia e la borsa stessa necessitano di una manutenzione straordinaria. Goodhousekeeping cita lo studio condotto da un’azienda che produce prodotti farmaceutici contro le micosi. Che ha rilevato come gli atleti ne soffrano particolarmente, ma soprattutto come dalla palestra li portino a casa attraverso gli indumenti sportivi e gli accessori da allenamento. Insomma, meglio prevenire e igienizzare la borsa della palestra adeguatamente. Coniugando i risultati dello studio e il commento della dottoressa Lisa Ackerley, Goodhousekeeping ha stilato un elenco di suggerimenti per la manutenzione degli indumenti sportivi e degli accessori relativi. Ve li riportiamo.

Indumenti sportivi da pulire a fondo

Scarpe da ginnastica. Sarebbero loro le principali responsabili delle infezioni da funghi. Dentro le scarpe da ginnastica si suda, e l’umidità e il calore creano l’ambiente ideali per le micosi. Ecco che diventa fondamentale lasciarle asciugare all’aria aperta dopo ogni utilizzo. Se ci si allena ogni giorno si dovrebbe considerare l’acquisto di due paia di scarpe da ginnastica, in modo da lasciare ognuna arieggiare un giorno prima di ri-indossarle. Mai lasciarle chiuse nella borsa tra un allenamento e l’altro. Il lavaggio dipende da molti fattori: alcune scarpe si rovinano ed è meglio procedere solo con uno spray disinfettate. Altre possono andare in lavatrice, a basse temperature, una volta ogni tanto (quando cominciano a puzzare). I calzini invece vanno sempre lavati a 60°.

Indumenti sportivi come canotte, leggins, top, assorbono il sudore e possono diventare un ricettacolo di germi. In ogni caso, visto che tendono a puzzare, è ovvio che vanno lavati dopo ogni uso, anche se alcuni tessuti necessitano di lavaggi con acqua fredda. In tal caso, aggiungete un prodotto anti-batterico al lavaggio se la temperatura è inferiore a 60°. Anche se il tessuto dei vostri indumenti sportivi non puzza, va lavato dopo ogni utilizzo, categoricamente.

Accessori

Borracce e bottiglie portate in palestra possono contenere centinaia di migliaia di batteri. Lavatele regolarmente, anche il tappo, utilizzando un detergente e sfregando bene. Risciacquate e fate asciugare bene prima di riempirle di nuovo. Se notate graffi, è tempo di cambiare bottiglia. Per quanto riguarda le semplici PET, l’esperta suggerisce di cambiarle dopo 2 riutilizzi.

La borsa della palestra. Potrebbe essere scomodo lavarla, ma è importante farlo. Qui si riuniscono tutti i batteri e germi post-workout. Anche in questo caso, servono temperature alte (60°) oppure uno spray antibatterico se la borsa non può andare in lavatrice. Pulite bene anche l’interno, e lasciate che asciughi perfettamente prima di riutilizzarla. Considerate di tenere ogni accessorio dentro una busta di plastica per minimizzare il passaggio dei batteri dagli indumenti alla borsa.

Infine, l’asciugamano non ha scampo: va lavato dopo ogni utilizzo ad almeno 60°.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag