Pubblicato il

Persone forti: cosa fare perché i figli lo diventino

I consigli di un’esperta motivazionale per crescere figli psicologicamente forti

persone forti
istockphotos

Amy Morin è autrice di libri e articoli motivazionali, che ha trovato nella formula del ‘13 cose che…‘ la sua carta vincente. Si occupa spesso di genitorialità, e a tal proposito ha stilato i suoi 13 consigli per crescere figli forti. Persone forti dal punto di vista psicologico s’intende. Che, come specifica l’esperta, non significa insegnare loro a non sbagliare – anzi, spesso è nel fallimento che si trova la forza. Piuttosto indirizzarli verso un futuro fatto di consapevolezza, determinazione, equilibrio emotivo. Vi ne riassumiamo alcuni, ma trovate la lista per intero a questo link.

Come rendere i figli delle persone forti

Non approvare gli atteggiamenti vittimistici. Un compito in classe andato male, una brutta partita a pallone. Fallire e scoprire che la vita è ingiusta fa parte della crescita. Non prendete parte all’autocommiserazione, ma spronatelo a migliorarsi. Allo stesso tempo non esigete da loro la perfezione: bisogna provare a dare il meglio in ogni situazione, ma sbagliare è lecito. Non fate le cose al posto loro per evitare che cadano in fallo.

Evitate di farli sentire al centro dell’universo per qualsiasi cosa. Non scelgono loro cosa mangerà tutta la famiglia. Non possono interrompere qualsiasi attività degli altri pretendendo attenzioni. Li amate e gli volete bene, ma non ruota tutto attorno a loro. E’ importante che non diventino troppo egocentrici o arroganti. E allo stesso tempo devono assolvere alle responsabilità, senza aspettarsi che gli adulti facciano tutto per loro. A cominciare dai compiti per casa, che devono fare da soli. O dai giocattoli che vanno risistemati dopo essere stati usati.

Le emozioni negative (tristezza, ansia, paura) fanno parte della vita. I bambini non vanno tenuti sotto una campana di vetro, prima o poi devono fare esperienza di tutti i sentimenti, anche quelli spiacevoli. E non nascondetevi se ne provate voi. Il modo in cui un genitore si relaziona all’emotività sarà il modello di riferimento del bambino per sempre.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag