Pubblicato il

Spinaci, cavoli e broccoli fanno bene al cuore

Le verdure a foglie verdi sono una preziosa fonte di vitamina K, fondamentale al fine di prevenire le malattie cardiovascolari

spinaci
Courtesy of©DNY59/iStock

Avere un’alimentazione sana è importante. Un consumo adeguato di frutta e verdura, senza ombra di dubbio, permette di rimanere il salute. A giovarne sarebbe soprattutto il cuore. I meriti spetterebbero anche alla vitamina K. Dove la troviamo? Sono tanti gli alimenti che la contengono, parliamo soprattutto di verdure a foglie verdi come cavoli, spinaci e broccoli. Seguire una dieta equilibrata appare dunque fondamentale al fine di scongiurare l’insorgenza di malattie cardiovascolari.

Spinaci, cavoli e broccoli alleati del cuore

Stando a quanto si legge sul Daily Mail, la vitamina K nello specifico permetterebbe di tenere sotto controllo le dimensioni del ventricolo sinistro il cui compito è quello di pompare sangue ossigenato verso gli altri organi e i tessuti del corpo. A rivelarlo è stato uno studio condotto dai ricercatori del Georgia Prevention Institute dell’Università di Augusta e pubblicato sul The Journal of Nutrition.

A loro avviso, livelli insufficienti di vitamina K potrebbero portare all’ipertrofia ventricolare sinistra. Aumenterebbe cioè il volume delle pareti muscolari che costituiscono tale organo. Una ricerca precedente aveva svelato che, se il cuore è ingrossato, non riesce a pompare il sangue in maniera efficace. Le conseguenze? Aumenterebbe il rischio di essere colpiti da un attacco cardiaco.

Leggi anche: FRUTTA SALVA CUORE, LE BANANE

La ricerca

I ricercatori hanno analizzato 766 adolescenti sani di età compresa tra i 14 e i 18 anni, divisi in due gruppi. Il primo ha seguito una dieta a basso contenuto di vitamina K mentre, il secondo, ne ha assunto un giusto quantitativo.

Vitamina K, un vero elisir di lunga vita

Quanto più era alto il livello di assunzione di vitamina K, tanto più diminuivano le probabilità che le pareti muscolari del ventricolo sinistro fossero aumentate di volume. Secondo i ricercatori, i risultati andrebbero a sottolineare l’importanza dell’assunzione di questa vitamina che si potrebbe utilizzare al fine di proteggere il cuore dei giovani da eventuali problemi futuri.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag