Pubblicato il

Il momento migliore per un caffè (non al momento della sveglia)

E’ una questione di cortisolo: quando aumenta lo stress, allora la tazzina diventa una vera esigenza…

momento migliore per un caffè
iStock

Qual è il momento migliore per un caffè? Premessa: non è quando ci si sveglia. Nonostante sia sicuramente proficuo, almeno psicologicamente. Ma c’è un altro momento della giornata in cui fa sicuramente meglio.

Il consumo della caffeina è una sana esigenza per oltre l’85% degli italiani. E un buon caffè è il mezzo preferito per ingerirla. Secondo le loro usanze, appena svegli si raggiunge subito la macchina del caffè. Se si è soliti berlo quotidianamente, diventa un vincolo e il corpo non riesce a farne a meno.

Caffè e sveglia: davvero un binomio imprescindibile? Quale il momento migliore per un caffè?

Certamente gustare il caffè subito, appena levati, può aiutarci nella sveglia. Ma questa è una sensazione che, dopo appena poche ore, si arresta. Perché, allora, non cercare di limitare il caffè durante la fase del risveglio? Gli esperti consigliano dunque di bere il caffè a metà mattina o nel primo pomeriggio. Anche perché, se gustato tre o quattro ore dopo il risveglio, in virtù degli effetti della caffeina, il conforto aumenta.

Per chiarire tale affermazione si deve considerare che, in questa parte della giornata, il cortisolo del corpo, cioè, l’ormone dello stress, accende l’alert del nostro organismo. E produciamo meno. Quindi è proprio questo il momento in cui il bisogno di un buona sosta.

Comunque, l’abituale tazza di prima mattina è bene continuare a berla. Soprattutto se, privandosene, non si riesce in nessun modo a mettersi in movimento. Non tutti, infatti, riescono a rispettare la teoria della metà mattina. Melanie Dellinges, rinomato dietista-nutrizionista, sostiene che ciò che conta è la quantità di caffeina consumata, non quando viene consumata. E sottolinea, ancora, che per vivere più a lungo occorre limitarne l’assunzione. Massimo quattro tazze al giorno.

Una regola importante da tenere in giusto conto è quella di evitare di bere il caffè dopo le 16. Secondo quanto dichiara una ricerca, la caffeina può interrompere il sonno fino a sei ore dopo averla consumata.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag