Pubblicato il

Super Mario, il cocktail a forma di fungo

La creazione di Filippo Sisti a base di albicocche e Disaronno

Super Mario
iStock

Video gioco, film e ora anche cocktail: Super Mario è vivace e anche gourmet. Perché dentro c’è cucina e cocktail. Anzi: Liquid Kitchen. L’esperienza innovativa in fatto di drink esaltata dalle capacità di Filippo Sisti, barman di Carlo e Camilla in Segheria, il cocktail bar e ristorante di Carlo Cracco. I suoi cocktail sono di quelli belli da vedere e buoni da assaporare. Perché il prodotto per Sisti deve essere cercato, esaltato, mixato. Sempre nella maniera giusta.

Super Mario: un “fungo” di sapore

In Super Mario le albicocche lavorate a caldo con Disaronno. In pentola i frutti vengono cotti freschi, ma senza eccedere. La polpa e il sapore dell’albicocca devono rimanere intatti, tanto da formarne una marmellata corposa.

Ma a ricordare il piccolo idraulico c’è soprattutto la forma del cocktail. La coppetta in cui viene servito viene chiusa da una cupola di pasta sfoglia. Quest’ultima è precedentemente spennellata con una riduzione di Disaronno e scorze di pompelmo rosa. La cappella del fungo chiude la coppetta contenente la marmellata di albicocche. Una volta inserita in forno “esploderà” nella sua forma definitiva.

È il momento in cui si passa ai dettagli. La cappella del “fungo” viene lavorata con uno spry per dargli un colore veritiero. Nel frattempo Disaronno continua a “lavorare” grazie al calore contenuto nella coppetta, sprigionando tutti i suoi profumi.

L’abilità creativa Filippo Sisti per Innovation Hunter

Disaronno lancia Innovation Hunter, un viaggio nella mixologia internazionale più innovativa. Un “esploratore” social individua le tendenze più significative nell’arte del saper miscelare. Lo scopo è quello di filmarle e condividerle con le community appassionate di bartending.

Tra i protagonisti della tappa milanese del progetto, non potevano mancare Filippo Sisti e il suo talento creativo. Con la sua “cucina liquida” Sisti mostra a The Mixing Star come l’esperienza unica di un suo cocktail venga costruita prima di tutto con un enorme rispetto del prodotto. Il suo modo visionario di concepire la mixologia non può prescindere da una forte componente creativa che viene sempre sostenuta da un solido approccio scientifico. E dalla conoscenza profonda delle caratteristiche degli ingredienti.

Grazie a Innovation Hunter, sorseggiare un “Super Mario” da Carlo e Camilla in Segheria è un’esperienza che supera il semplice aperitivo. E’ il ripercorrere l’idea, la scelta delle materie prime, la genialità e la creazione.

Dentro quella coppetta a forma di fungo le incredibili competenze tecniche di Filippo Sisti. Ma anche l’attenzione ai prodotti utilizzati. Lo si percepisce già leggendo la lista cocktails che va ben oltre la rielaborazione di grandi classici. Il video che vede la creazione del cocktail a base di Disaronno riesce a far assaporare la genialità di Sisti.

Grazie a una grande personalità, il classico bar tender diventa “bar chef”. Metodi, strumenti e ingredienti arrivano direttamente dalla cucina. E si fondono nei suoi cocktail. Nei drink di Sisti non manca il tocco di affumicatori, grill, caramellizzatori. E neanche il gusto “visionario” di una città leader a livello europeo nel campo della mixologia.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag