Pubblicato il

Daniele Bossari vince il GF Vip: addio all’edizione ‘gentile’

Trionfa il personaggio più zen. Fine delle liti in TV?

Daniele Bossari al GF Vip
La Presse

Daniele Bossari viene eletto trionfatore della seconda edizione del Grande Fratello Vip dopo uno scontro all’ultimo sorriso timido con il finalista Luca Onestini. Una vittoria che conferma uno degli aspetti più evidenti dell’edizione: la circolazione dei buoni sentimenti e l’assenza di liti furiose e selvagge in favore della coesione del ‘gruppo’.

Daniele Bossari e la seconda edizione del reality: è finito il tempo delle urla in TV?

Spiacerà a chi ama che in TV si alzi la voce e ci si scagli l’uno contro l’altro per futili motivi. Ma la seconda edizione del reality è stata davvero l’edizione più ‘gentile’. Sia in confronto alla prima edizione sia rispetto a quanto abbiamo visto negli anni nella versione non famosa. Lo show condotto da Ilary Blasi si è distinto per la pacatezza dei concorrenti e per la capacità che tutti hanno trovato nello stare insieme con gentilezza. Sì qualche scontro c’è stato. Qualche lite pure. Qualche insulto anche. Ma l’impressione generale è che queste persone si siano volute anche un po’ di bene. E che come hanno sottolineato i finalisti, uscire dalla Casa è stato un po’ come veder finita una vacanza. Si torna a casa dopo l’idillio, e la cosa dispiace un po’.

Non a caso il vincitore dell’edizione è il personaggio che più si è fatto notare per spirito zen: Daniele Bossari. Un uomo dalla lacrima sentita, dalla rinascita spirituale, che ha quasi sempre evitato di alzare la voce. E che soprattutto si è confrontato su temi ‘veri’ e di ‘valore’ come l’amicizia e il rispetto delle abitudini personali. L’unico che ha provato a seminare zizzania è stato l’estroso Malgioglio. Un personaggio pettegolo ma simpatico. Eppure anche verso di lui non sono quasi mai volate parole di odio puro, al massimo di leggero sdegno.

Insomma: che la vittoria di Bossari possa anche segnare la fine di un ciclo televisivo tutto incentrato sulle brutture più accese? Noi speriamo di sì. Perché questo paese ha disperatamente bisogno di vedere il buono che è in noi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag