Pubblicato il

Ricetta Veg: fermenti di frutta secca con mandorle

Una ricetta natalizia e benefica, a base di frutta secca, firmata dallo chef Simone Salvini…

fermenti di frutta secca
Funny Veg

L’INGREDIENTE DEI FERMENTI DI FRUTTA SECCA CON MANDORLE – Le mandorle riescono a contrastare l’alto livello di colesterolo. La presenza di grassi monoinsaturi e polinsaturi permette di ridurre il colesterolo “cattivo”. Anche utili anche per prevenire il diabete, sono ricche di differenti sostanze nutritive, le quali riescono ad aumentare la densità minerale ossea, rafforzando tutto il sistema scheletrico. Le mandorle, per il loro alto valore nutritivo, aiutano a combattere l’anemia, in quanto possiedono ferro e vitamine, in particolare quelle del gruppo B.

La ricetta

Fermenti di frutta secca con mandorle

LA DIFFICOLTA’ bassa

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE – 200 g anacardi, 100 g mandorle siciliane, 140 g acqua (meglio se di sorgente), 5 capsule lactoforene (fermenti lattici vegetali), olio piccante, olio evo, sale, scorza di limone.

TEMPI DI PREPARAZIONE: 30 minuti

LO SVOLGIMENTO – Mettere a bagno la frutta secca per 4/6 ore. Scolare e frullare in un frullatore davvero potente, aggiungendo piano piano l’acqua prevista dalla ricetta. Staccare con una spatola morbida l’impasto dai bordi del cestello. Continuare a frullare fino a ottenere una purea liscia e spumosa. Trasferire il composto in una bacinella di metallo .Unirvi la polvere contenuta nelle capsule (fermenti vegetali) e amalgamare il tutto con un leccapentole.

Trasferire la purea nell’apposito sacchetto di lino, precedentemente passato sotto l’acqua fredda e chiudere con uno spago. Lasciar appeso il sacchetto all’interno di un contenitore. Coprire quest’ultimo con la pellicola. Lasciar riposare almeno per 24 ore in un luogo temperato.

Togliere il formaggio fermentato dal sacchetto e trasferirlo in una bacinella di metallo. Condire con un pizzico di sale e delle gocce di olio evo e di olio piccante. Fare delle piccole sfere con le mani, leggermente bagnate. Passarle sulle scorze di limone tritate finemente.

Si possono fare alcune varianti. Con noci brasiliane: come sopra ma usare le noci brasiliane al posto delle mandorle; spolverare le palline con della paprika dolce. Con noci Macadamia: come sopra ma usare le noci Macadamia al posto delle mandorle; passare le palline nei capperi e noci tritati grossolanamente. Con nocciole: come sopra ma usare le nocciole al posto delle mandorle; passare le palline nelle nocciole tritate grossolanamente. Servire accompagnati da cracker crudisti.

La firma della ricetta

Il piatto è realizzato dagli studenti del master di alta cucina vegetale Ghita della FunnyVeg Academy (academy.funnyveg.com) su ricetta dello chef docente Simone Salvini. Grande interprete dell’alta cucina vegetale, lo chef Simone Salvini frequenta le cucine fin da giovanissimo. Imparando le basi che poi approfondisce attraverso la ricerca personale svolta in Italia e all’Estero. Irlanda e India, in primis. Gli studi di ayurvedica e di psicologia lo aiutano a sviluppare sensibilità e spiritualità profonde, aspetto che si riflette nello stile culinario.

Tra le sue collaborazioni: il Joia di Pietro Leemann a Milano, l’Associazione Vegetariana Italiana, l’Istituto Europeo di Oncologia di Umberto Veronesi e la Scuola di Cucina Alma. È chef di Identità Golose e autore/protagonista delle puntate del Gambero Rosso dedicate alla cucina vegetale, che Crozza ha ripreso per l’ironico sketch dedicato a Germidi Soia, e dal 2016 socio fondatore e docente della FunnyVeg Academy.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag