Pubblicato il

Pulire il legno per rimettere i mobili a nuovo

I consigli del web per rimuovere le macchie dai mobili e pulire il legno nella maniera giusta in base al tipo di sporcizia ed alla consistenza del materiale

pulire il legno
Zocha_K-istock

Non importa quanta attenzione si metta nella cura e nella salvaguardia dei mobili in legno. Prima o poi capiterà che qualcuno, inavvertitamente, ci poggi sopra una bella tazza fumante lasciando un fastidioso anello di calore o, peggio, una macchia di caffè. Quando succede è impossibile ignorarlo. L’occhio finisce sempre per cadere lì e non ci si mette l’animo in pace sin quando la macchia non sarà scomparsa. Pulire il legno dalle macchie può richiedere tempo ed attenzione. Il materiale è delicato e le macchie possono penetrare in profondità. Questo non significa, però, che il mobile sia irrecuperabile. Esistono diverse tecniche per intervenire sul legno macchiato. Cercando sul web si trovano numerosi consigli molto utili. Come quelli offerti da Good Housekeeping e WikiHow.

Come pulire il legno ed eliminare gli anelli di calore

Good Housekeeping propone alcune utili soluzioni per risolvere il problema delle macchie a forma di anello che si formano sulla superficie del legno quando vi si appoggiano tazze e bicchieri molto caldi. Per intervenire sulle superfici ruvide il consiglio è di trattare la macchia con lana d’acciaio molto fine imbevuta di cera lucidente. Sulle superfici lisce, invece, il consiglio è di applicare dello smalto color crema strofinando delicatamente nel senso delle venature. Una volta eliminata la macchia si potrà trattare la superficie con della cera lucidante. Se non si dovesse riuscire ad eliminare la macchia, si può cercare di mascherare l’anello con del lucido da scarpe delicato di colore simile al legno. Qualora il calore avesse causato dei piccoli rigonfiamenti e delle vescicole sulla superficie, si può intervenire coprendo con un canovaccio e passandoci il ferro da stiro.

legno

Come rimuovere macchie chiare e scure

WikiHow offre, invece, utili consigli per intervenire su macchie chiare e scure. Per quelle bianche si può procedere con dell‘olio minerale lasciando in posa per una notte. Qualora il sistema non si rivelasse sufficiente, si può, invece, intervenire con dell’acquaragia. Se si dovesse essere opacizzata la zona, conviene strofinare l’intera superficie del mobile con l’acquaragia nel senso delle ventaure. Si potrà, poi, passare un trattamento lucidante. Se entrambi i sistemi non avessero dato i risultati sperati, si può provare con un mix di dentifricio (non gel) e bicarbonato. Si può ripetere l’operazione anche due volte se la macchia non fosse scomparsa. Si dovrà, dunque, risciacquare con del sapone delicato e stendere una cera protettiva.

Per le macchie scure si può, invece, procedere o con la carta vetrata o con la candeggina. Nel primo caso conviene iniziare con carta a grana 100 e poi a 150. Rimuovere la polvere con un panno in microfibra e poi passare della vernice per legno di colore simile al resto del mobile. Con della carta 0000 si potranno sfumare gli stacchi di colore tra la zona trattata ed il resto della superficie.

Pulire il legno con la candeggina torna utile in caso di macchie molto profonde che richiederebbero un’eccessiva carteggiatura. Si potrà applicare il prodotto con un pennello e lasciarlo agire per alcune ore. Si dovrà, quindi, applicare dell’aceto per evitare che il colore continui a sbiadire. Bisognerà, dunque, attendere che il legno si asciughi e correggere il colore con del colorante per il legno. Si dovrà applicare del trattamento di superficie di colore simile al legno e lasciare asciugare. Con della carta vetrata a grana 0000 si potrà rendere il colore più omogeneo. E si potrà concludere il trattamento con della cera.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag