Pubblicato il

Moorten Botanical Garden: il più social del mondo

A Palm Springs il Moorten Botanical Garden ed il suo cactarium si descrivono ai visitatori come il giardino più immortalato su Instagram

Moorten Botanical Garden
facebook.com/Moorten-Botanical-Garden-153838407969106

Come il Cactarium del Moorten Botanical Garden di Clarke Moorten sia diventato il giardino botanico più immortalato su Instagram è difficile stabilirlo. E’ difficile, in realtà, stabilire anche se effettivamente lo sia. Ma quel che è certo è  che il social network è realmente invaso dalle foto di questo posto un po’ speciale che è diventato una delle attrazioni più particolari di Palm Springs. In un luogo tranquillo della città che i vip californiani amano raggiungere quando cercano un po’ di privacy, si estende questo singolare spazio verde. Singolare perchè, oltre ad ospitare i cactus, piante non esattamente tipiche di questa zona, si presenta in maniera ben diversa rispetto ai giardini delle ville circostanti, tutti ordinati e, spesso, punteggiati da eleganti piscine. Ma il fascino di questo posto risiede proprio in questa sensazione di trovarsi in un luogo diverso. Un luogo che sprigiona energia positiva.

Moorten Botanical Garden: il primo cactarium del mondo (?)

E’ questa l’affermazione che recita il cartello all’ingresso della serra dei cactus. Anche in questo caso è difficile verificarne la veridicità. Ma quando ci si trova davanti alla “selva” di cactus che riempino le inquadrature delle foto, non sembra avere più molta importanza il fatto che possa essere o meno il primo o l’unico o il più fotografato luogo del genere. Tutto ciò che importa è ammirare le piante di cui questo settantaquattrenne si prende cura assieme alla sua famiglia.

Moorten Boatanical Garden
Il cactarium del giardino

A spasso nel giardino

Di piante, infatti, nel Moorten Botanical Garden ce ne sono davvero tantissime. Più di 3.000 specie per la precisione. Tutte suddivise in nove diverse sezioni in base alla regione geografica di provenienza. Durante la visita è possibile imbattersi in specie singolari ed intriganti. Prima su tutte la Welwitschia mirabilis. E’ una succulenta molto particolare formata da due foglie spalancate. Un tempo era considerata la pianta più brutta del mondo, ma oggi sta avendo il suo riscatto. Ma se c’è un esemplare di cui Moorten va fiero è il suo albero di Bursera microphylla, noto come elephant tree, l’albero elefante. Si trova nel giardino da 60 anni ed era alto soltanto un metro e mezzo quando è stato messo a dimora. Oggi sovrasta il giardino e, a detta sel suo proprietario, è l’albero elefante più grande che abbia mai visto. Quattro volte più grande di quelli cresciuti nel loro habitat.

Moorten Botanical Garden
Moorten Botanical Garden

Un patrimonio di famiglia

La sola età di questo albero offre una misura della storia di cui il Moorten Botanical Garden è intriso. Si tratta di un  vero e proprio affare di famiglia. Fu, infatti, proprio il padre di Clarke a portare a Palm Springs i primi cactus del giardino. Assieme alla madre hanno dato vita a questo luogo magico di cui, poi, Clarke è diventato il proprietario alla morte del padre. Oggi è lui il padrone di casa ed assieme alla moglie, ai figli e ad una manciata di dipendenti porta avanti l’attività di famiglia. Oggi il giardino è un luogo di pace e di relax. Un luogo dove ottenere preziosi consigli sulla cura delle piante. Un luogo in cui acquistarle a prezzi popolari. Spesso a meno di 10 dollari l’una. Ed è anche una suggestiva ed apprezzata location per matrimoni ed eventi. Che sia o meno il più social del mondo.

 

 

 

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag