Pubblicato il

Notti insonni, influiscono più sulle donne che sugli uomini

Uno studio riscontra gli effetti sulle abilità cerebrali dopo una notte senza riposo

notti insonni
istockphotos

Sempre più studi confermano gli effetti nocivi delle notti insonni, sia sul corpo che sulla mente. Il sonno è fondamentale per il benessere psicofisico, ma secondo un recente studio, la sua privazione agisce differentemente tra uomini e donne. Si tratta di una ricerca condotta dall’Università di Uppsala, Dipartimento di Neuroscienze, pubblicata sul Journal of Sleep Research.

Le notti insonni ‘alterano’ le donne

La ricerca è stata condotta sottoponendo ad alcuni test di memoria un gruppo di 24 persone. 12 donne e 12 uomini. Alcuni test sono stati somministrati dopo notti riposanti, altri dopo una notte di privazione del sonno. Dopo aver eseguito i compiti richiesti, i soggetti dovevano darsi una valutazione in base a quanto erano certi di aver dato le risposte corrette. Dovevano insomma giudicare le proprie prestazioni.

E’ emerso che negli uomini non cambiava di molto né l’abilità mnemonica, né quella di auto-valutazione. Riposati o non riposati, i risultati erano sempre gli stessi. Invece nelle donne è emerso che le performance mnemoniche erano leggermente peggiorate. Ma soprattutto, era peggiorata la consapevolezza delle proprie capacità. Il dato più eclatante dello studio è stato l’incapacità di rendersi conto che le proprie abilità cerebrali erano meno efficaci dopo una notte insonne. Ovviamente questo aspetto è un campanello d’allarme: potenzialmente, la mancanza di sonno induce nell’errore, ma soprattutto, impedisce di vederlo. Minore capacità cognitiva, e minore capacità di riconoscerla.

Il campione è molto piccolo e la privazione del sonno limitata ad una sola notte, quindi il tema non è da ritenersi del tutto approfondito, ma offre uno spunto di riflessione. In particolare, afferma la ricerca, sarebbero le giovani donne a dover fare attenzione alla loro capacità di giudizio dopo una notte insonne. I ricercatori sottolineano come il test andrebbe inoltre esteso a diversi orari del giorno, e allargato ad osservazioni che riguardano il lungo termine. Per ora è uno spunto di riflessione e un invito ad approfondire la tematica.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag