Pubblicato il

Abitare sostenibile per riconciliarsi con la natura

Sarà una tematica al centro del Salone del Mobile.Milano grazie al progetto Living Nature. La Natura dell’Abitare

abitare sostenibile
Salone del Mobile.Milano e Carlo Ratti Associati

Living Nature. La Natura dell’Abitare. E’ questo il titolo di un progetto che farà luce sul tema dell’abitare sostenibile durante le giornate del 57esimo Salone del Mobile.Milano. Nata nell’ottica di indagare il rapporto tra natura ed esigenze abitative, una mostra-installazione in Piazza Duomo offrirà spunti di riflessione e progettualità. Un grande sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA).

Abitare sostenibile: Living Nature

Esterno del padiglione

Dal 17 al 25 aprile il Salone offre alla città il progetto dedicato all’abitare sostenibile. In un unico ambiente di 500 metri quadrati, alto 5 metri, si dipanerà una sorta di percorso emozionale, concepito secondo i più alti standard energetici. Al suo interno, microcosmi naturali e climatici permetteranno alle quattro stagioni dell’anno di coesistere nello stesso momento. I visitatori si potranno immergere in questa particolare natura vivendo i cambiamenti tra l’una e l’altra stagione. E nel frattempo arricchirsi di suggestioni domestiche, che inducono ad una riflessione sul tema del vivere ecologico.

Living Nature vuole proporre soluzioni sostenibili e realmente applicabili. Proponendo ad esempio un utilizzo intelligente la tecnologia, che sfrutti le risorse rinnovabili. Il padiglione sarà infatti coperto da una membrana in Crystal responsiva, dotata cioè di sensori che reagiscono alla luce, consentendo un’accurata regolazione delle condizioni climatiche. Mentre una serie di pannelli fotovoltaici organici, ossia ispirati al processo di fotosintesi clorofilliana, forniranno l’energia necessaria per raffrescare l’area invernale. A partire da questa produzione di energia, grazie a un sistema di scambio di calore, sarà possibile riscaldare l’area estiva.

Secondo il biologo di Harvard Edward O. Wilson siamo tutti attratti istintivamente dalla natura e ‘programmati’ per stare meglio quando siamo immersi in essa. Ecco che trovare un compromesso, un equilibrio tra necessità umane ed ecosistema non è solo un modo di ridurre il cambiamento globale e tutto ciò che ne consegue. Ma anche un sistema per tornare a vivere in modo armonioso e sereno.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag