Pubblicato il

Lista dei doveri, farla prima di dormire favorisce il sonno

Stilare la lista delle cose da fare il giorno seguente prima di mettersi a letto aiuterebbe ad addormentarsi. A rivelarlo sono stati i ricercatori della Baylor University

lista delle cose da fare
Courtesy of©FotoDuets/iStock

Spesso, quando ci si mette a letto, prima di spegnere la luce si fa un check sui social per controllare gli ultimi aggiornamenti. Sbagliato. Per addormentarsi, in realtà, bisognerebbe evitate gli schermi luminosi. Secondo uno studio condotto dal Lighting Research Centre, infatti, l’utilizzo di tablet e smartphone potrebbe compromettere il sonno. La soluzione per scongiurare l’insonnia sarebbe un’altra: stando a quanto riporta la rivista francese Santé Magazine, per cadere tra le braccia di Morfeo basterebbe redigere una to do list ovvero una lista degli impegni previsti per l’indomani.

Stilare una lista di cose da fare aiuta ad addormentarsi

Questo semplice gesto, a quanto pare, aiuterebbe a liberare la mente: a giungere a questa conclusione è stato il team di ricercatori della Baylor University.  “La maggior parte delle persone prima di andare a dormire ripassa le cose da fare mentalmente. Noi  abbiamo voluto capire se l’atto di scriverle può contrastare la difficoltà di prendere sonno” – ha affermato Michel K. Scullin, autore dello studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology.

Al fine di verificare la tesi, gli esperti hanno chiamato in causa 57 soggetti (18-30 anni). Sono stati suddivisi in due gruppi. A entrambi è stato assegnato un compito da svolgere 5 minuti prima delle 22,30. Ovvero prima di mettersi a letto. Al primo è stato chiesto di redigere una lista degli incarichi portati a termine durante i giorni precedenti. Agli altri, invece, è toccato stilare un elenco delle cose da fare il giorno successivo. O in quelli seguenti.

I risultati

Il verdetto? Dopo aver monitorato (ricorrendo alla polisonnografia) tanto la qualità quanto la quantità del sonno dei partecipanti, i ricercatori hanno constatato che le persone che avevano elaborato la to do list si sono addormentate prima (nove minuti). Hanno anche dormito 7 minuti in più rispetto agli altri.

Per questo studio abbiamo reclutato giovani adulti in buona salute e, sebbene alcune attività di scrittura siano state precedentemente suggerite a chi soffre di insonnia, non sappiamo se le nostre scoperte si possano estendere anche a questa tipologia di pazienti” – ha concluso Mickael Scullin.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag