Pubblicato il

Lavorare in coppia senza scoppiare, è possibile?

Condividere vita privata e carriera professionale con il proprio partner non è affatto facile

lavorare in coppia
istockphotos

Incontrare l’anima gemella al lavoro. O decidere di gestire un’attività assieme al partner. Condividere carriera e vita privata richiede una grande capacità di gestione, sia pratica che emotiva. Se da un lato far scomparire il confine tra intimità e professionalità può avere effetti nefasti, dall’altro è anche vero che condividere le dinamiche professionali può favorire la comprensione. Non è facile lavorare in coppia, ma secondo Roberta Lambert, Sales Manager di Seltis – società di ricerca e selezione di Openjobmetis, con qualche accortezza si può. Ecco i suoi consigli.

Lavorare in coppia è possibile

Non vivere in simbiosi. Prima di tutto, è fondamentale ritagliarsi degli spazi individuali. Anche semplicemente non andare a pranzo assieme, o recarsi al lavoro con mezzi e orari differenti. Fa bene stabilire qualche confine privato.

Concedersi pause. Il rischio di parlare solo di lavoro è altissimo: occorre definire un momento della giornata in cui il tema professionale sia bandito. Anche a costo di fissare una regola, con tanto di orari.

Dialogare. Se il dialogo in generale è già la base di un rapporto di coppia, diventa ancora più importante se si condivide anche il lavoro. “Le discussioni lavorative a volte sono inevitabili ma, se affrontate nel rispetto reciproco, possono essere un’occasione per essere più affiatati. A patto che si eviti di essere eccessivamente competitivi o di usare il proprio ruolo, se superiore, per far valere la propria opinione.” afferma Lambert.

Sfruttare le differenze. Secondo il filoso Isaiah Berlin, le coppie che funzionano meglio sono quelle formate da un ‘riccio’ e da una ‘volpe’. Ovvero da due personalità agli antipodi: uno costante e preciso, l’altro intuitivo ed estroverso. Con questo mix si può trovare l’equilibrio, evitare la competizione, mantenere ognuno il proprio ‘ruolo’. Al lavoro e nella relazione.

Essere realistici. Perdere l’amore, o il lavoro: può accadere, ed è bene essere preparati. Pratici e realistici, se si vuole lavorare in coppia occorre stipulare degli accordi scritti. Sia per proteggere la professione, che per mantenere rapporti civili e non rendere le proprie vite un inferno vicendevole, coinvolgendo magari i colleghi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag