Pubblicato il

Privacy e regali: i segnali per capire se ti tradisce

Dallo smartphone al regalo, dalla gelosia al mistero: ecco come smascherare il proprio partner fedifrago…

ragazza legge smartphone, privacy, segreti
iStock

Come si può affermare che un ragazzo sia un traditore? E magari anche seriale? Non ci vuole un grossissimo intuito, se ci pensate bene. A volte è tutto ovvio, se solo avessimo la voglia di ammetterlo. E sì, ci sono dei segnali per capirlo. E li sottolinea la professoressa di Scienze psicologiche e del cervello di UMass Amherst, Susan Krauss Whitbourne. Per individuare e riconoscere i segnali di pericolo presentati dal proprio partner, ecco cosa osservare, dal bisogno di privacy alle domande senza risposta.

1. Le persone della sua vita sono segrete.
Ovvio. “Se non ti sta presentando a qualcuno nella sua famiglia o della cerchia di amici, questo è un buon indicatore, ovviamente potenziale, che c’è qualcosa o qualcuno che ti sta nascondendo”. O magari, aggiungiamo, non ti ritiene abbastanza importante. Comunque il risultato, alla lunga, non cambierebbe.

Il bisogno di privacy, tra amici e smartphone, è il segnale più importante.

2. Non solo ha poco tempo a disposizione, ma, in aggiunta, apporta scuse piuttosto vaghe.
“Le lacune inaspettate nella comunicazione (vedi Whatsapp) o in modalità offline (tra social e altro) provocheranno molte domande sulle reali intenzioni di questo partner”. Solo un lavoro davvero impegnativo può allontanare eventuali sospetti. Eppure sono tanti gli uomini (e le donne) che, pur esercitando professioni piene di responsabilità, riescono a collegarsi col proprio smartphone appena ne hanno possibilità.

3. Il suo telefono è off limits.
E’ scontato, tutti lo sanno in verità, che non è cosa per niente carina spiare il proprio partner. Sopratutto il cellulare. Certo un conto è memorizzare il codice di blocco del partner, un conto è comunicare con naturalezza “hey, hai ricevuto un messaggio da Marco!”. E se “Marco” fosse invece “Marika”? Dai, va bene la privacy, purché non sia esagerata.

4. Un regalo sospettoso.
Qualche omaggio, senza alcuna occasione da festeggiare, potrebbe far venire qualche sospetto. Una premurosa attenzione, si dice. O potrebbe essere il frutto di un senso di colpa per qualcosa che è accaduto.

Persone e carriera influenzano la fedeltà del partner

5. Parole negative nei confronti della carriera o dello stipendio dell’altro.
Una maggiore capacità di tradimento viene rilevata proprio quando gli uomini guadagnano molto di più o molto meno dei rispettivi partner. E’ uno studio dell’American Sociological Review del 2015 a rilevarlo. Whitbourne si è così espressa: “Qualsiasi tipo di differenza tra te e il tuo partner in cui questo diventa parte di questa dinamica può indurre un uomo a sentirsi come se potesse fare tutto ciò che vuole, o [a sentirsi] geloso e insicuro.

6. Il potere del gregge.
Se il fidanzato pur risultando rispettoso, dolce e attento nei confronti del partner, fa riferimento a un gruppo di amici che tendono a tradire con abituale naturalezza, non si può restare indifferenti. Non è una legge, per carità. Ma quando un’idea viene ribadita costantemente prima o poi una sorta di influenza scatta.

7. Se un tempo ne eri l’amante, chi ti assicura che non lo rifarà?
Tanti mesi insieme, mentre si aspetta che una relazione si chiuda per iniziarne una nuova. Ma se la tua storia nasce da flirt fedifraghi, come si può essere tranquilli che questa cosa non accada più? E che magari, proprio ora, non ci sia già qualcun altro?

8. Qualcosa si è spento, e non te ne rendi abbastanza conto.
L’essere davvero diffidenti dell’altro, mentre di solito non si era mostrato alcun tipo di scetticismo, risulta un buon motivo per preoccuparsi. Una sorta di istinto difensivo. A tal punto è opportuno fare richiesta di una doverosa e giusta chiarificazione. Parola della dottoressa Whitbourn.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag