Pubblicato il

Pessimismo difensivo, essere negativi non è sempre un male

Aspettarsi il peggio dalla vita a volte può aiutare a ottenere risultati migliori: lo rivela la ricercatrice Fuschia Sirois

pessimismo difensivo
Courtesy of©SIphotography/iStock

Spesso ci si ripete che pensare positivo possa aiutare ad attirare a sé il successo nonché la salute e la felicità. A quanto pare non tutti sono della stessa idea: alcuni scienziati sostengono infatti che coloro che hanno una visione più cupa della vita potrebbero essere avvantaggiati nel raggiungere i propri obiettivi. In un articolo pubblicato su The Conversation, infatti, Fuschia Sirois, ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia della salute presso l’Università di Sheffield, ha affrontato la questione introducendo il concetto di pessimismo difensivo. Di cosa si tratta? E’ una sorta di scudo difensivo che alcune persone adottano per proteggersi da un possibile fallimento.

Pessimismo difensivo, quando il bicchiere è mezzo vuoto

Se si è soliti vedere il bicchiere mezzo vuoto anziché mezzo pieno, mai disperare. Alcune ricerche infatti hanno evidenziato che, se gli ottimisti si aspettano risultati positivi a seguito delle loro azioni, i pessimisti hanno invece aspettative più basse. Proprio così, valutano in anticipo gli scenari negativi. Così facendo adotterebbero una strategia vincente che permetterebbe loro di gestire al meglio l’ansia. Che sia in vista di un colloquio di lavoro oppure di un esame, qualsiasi contrattempo è già stato preventivato. Ovvero, qualora le cose non dovessero andare bene, niente amare delusioni.

I benefici sulla salute

La strategia del pessimista difensivo può anche avere dei benefici effetti sulla salute. Sebbene questi individui si preoccupino di più di ammalarsi rispetto agli ottimisti, sono anche più propensi a intraprendere azioni preventive. Ad esempio, non appena avvertono un insolito malessere, sono soliti rivolgersi al medico.

Ciò che distingue i pessimisti difensivi da coloro che hanno una visione del tutto negativa della vita (ansiosi o depressi) è il modo in cui affrontano i problemi. I primi, infatti fanno tesoro delle aspettative negative e prendono provvedimenti al fine di sapere gestire i risultati. Gli altri, invece, si lamentano della loro sfortuna accettandola passivamente.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag