Pubblicato il

Casanova, il seduttore più noto di sempre finisce in un museo

A distanza di 220 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1798, aprirà a Venezia il prossimo 2 aprile il primo museo dedicato a Casanova

Casanova
Press&Partners

Non distante da Canal Grande a Cannaregio, nella cornice di stile gotico di Palazzo Pesaro Papafava a Venezia sta per aprire i battenti al pubblico il Casanova Museum & Experience. Il museo offrirà l’opportunità di ripercorrere la vita e le opere di Giacomo Girolamo Casanova attraverso un racconto in immagini, narrate in prima persona dallo stesso avventuriero virtuale. Non si tratta di un museo tradizionale che mette in mostra cimeli storici in classiche bacheche. Bensì un luogo espositivo che induce e conduce a un percorso museale di tipo esponenziale. In mostra la vita e i pensieri del grande scrittore, poeta, avventuriero di ogni epoca.

Casanova Museum & Experience
Casanova Museum & Experience

Un museo per rendere omaggio a Casanova

Lo scopo di Casanova Museum & Experience è quello di rendere omaggio alla figura di Giacomo Casanova. Noto più per la sua fama di avventuriero amoroso che per la sua copiosa produzione letteraria e poetica, era inoltre un alchimista, un diplomatico,un filosofo e un agente segreto italiano. Amato in tutto il mondo, conosciuto in ogni angolo del globo, con estimatori di peso in Europa e negli Usa, l’avventuriero ora avrà un luogo a lui dedicato. Il museo si candida, così, a diventare un sito di “pellegrinaggio” per estimatori e curiosi.

Il percorso

Diviso in sei ambienti dotati di proiezioni immersive e audio ambientali il layout espositivo mescolerà scenografie e ricostruzioni virtuali. Nel corso della visita ambienti immersivi ed exhibit interattivi saranno alternati momenti di visione collettiva e di fruizione individuale. Non si tratta di immagini filmiche, né di frame di documentari storici. Bensi di ricostruzioni filologiche di personaggi e ambienti del Casanova attraverso immagini inedite e proiettate lungo un articolato percorso espositivo. La visita termina in una stanza simbolo della vita dell’avventuriero. La camera da letto, luogo più vicino all’immaginario collettivo del libertino. Un letto “alcova” del 1700, con splendidi drappeggi damascati.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag