Pubblicato il

Segnali di divorzio in vista (secondo la scienza)

Tra i fattori determinanti la rottura, status sociale e livello di istruzione

segnali di divorzio in vista
iStock

Segnali di divorzio in vista vanno oltre i frequenti litigi o i tradimenti. A dirlo, la scienza che nella maggior parte dei casi presi in esami offre un quadro della vita matrimoniale. Nessuno può dire con certezza che una coppia stia per “scoppiare”. Ma gli scienziati sociali sono diventati piuttosto bravi a predire quando il matrimonio sta per finire.

7 segnali di divorzio in vista

La ricerca apparsa sul Business Insider online suggerisce che le coppie che si sposano da adolescenti e quelle che lo fanno verso i 30 sono a rischio. Vanno meglio gli sposini tra i 20 e i 30.

Lo studio è stato condotto da Nicholas Wolfinger, professore all’Università dello Utah. Dopo i 32 anni, le probabilità di divorzio aumentano di circa il 5% ogni anno. “Per quasi tutti, la fine dei 20 anni sembra essere il momento migliore per convolare a nozze”. Altre ricerche, pubblicate nel 2015 nella rivista Economic Inquiry, sottolineano la differenza d’età. Le probabilità di divorzio tra le coppie eterosessuali aumentano con un ampio divario tra coniugi.

Tra i 7 segnali di divorzio in vista anche il lavoro del marito. Uno studio di Harvard del 2016 , pubblicato nella American Sociological Review, suggerisce che non sono le finanze di una coppia a decretare la rottura. Piuttosto la “divisione del lavoro”. sembrerebbe che le coppie in cui il marito non ha un lavoro a tempo pieno, hanno il 3,3% di possibilità di divorziare l’anno successivo. Questo rispetto al 2,5% delle coppie in cui il marito ha un lavoro a tempo pieno. Lo status occupazionale delle mogli, tuttavia, non ha influito molto sulle possibilità di rottura.

La ricerca conclude che lo stereotipo del capofamiglia è ancora molto vivo e può influire sulla stabilità coniugale. Mariti: cercate di stare il più possibile fuori casa!

Non finisci la scuola superiore? Sappi che potresti divorziare. In questo caso è lo studio condotto dal National Longitudinal Survey of Youth (1979), a suggerirlo. Che l’amore arrivi soprattutto in età giovanile lo sappiamo. Ma che sfoci in un matrimonio prima del diploma, non è consigliabile.

Potrebbe avere a che fare con il fatto che l’interruzione degli studi portino a un reddito futuro inferiore? Ovvio. Quale matrimonio non esaurisce il romanticismo quando per tornare a casa dal lavoro occorre prendere tre o quattro mezzi pubblici?

Tra i segnali di divorzio la mancanza di stima verso il coniuge

John Gottman, psicologo dell’Università di Washington e fondatore del Gottman Institute, definisce alcuni comportamenti relazionali. Li chiama i “quattro cavalieri dell’apocalisse”. Questo perché predicono il divorzio con una precisione spaventosa. Ecco quali sono.

Disprezzo: vedere il tuo partner come persona “sotto” di te. Critica: trasformare un comportamento sbagliato in un’accusa contro il coniuge. Difesa: giocare a fare la vittima in situazioni difficili. Stonewalling: bloccare la maggior parte delle volte il dialogo.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag