Pubblicato il

Come pulire e igienizzare i giochi da bagno dei bambini

Paperelle e galleggianti vari rendono più divertente il bagnetto, ma i giocattoli da bagno vanno puliti nel modo giusto

giocattoli da bagno
istockphoto.com

GIOCATTOLI DA BAGNO, CHE DIVERTIMENTO!

Il momento del bagnetto per molti bambini è un vero divertimento, specialmente se in vasca con loro ci sono i giocattoli da bagno. Paperelle, pesciolini, cavallucci marini e gonfiabili vari sono i classici compagni di vasca dei piccoli. Fra uno schizzo, un tuffo e un morso al becco della papera, lavarsi è un vero spasso.

I GIOCATTOLI DA BAGNO SONO PULITI?

Passando gran parte del loro tempo in acqua tiepida e saponata, si presuppone che i giocattoli siano puliti. In realtà la gomma di cui sono fatti, può diventare il miglior veicolo di germi e batteri. Una nuova ricerca mette infatti in guardia dal rischio di infezione agli occhi, alle orecchie e allo stomaco che possono provocare. Per evitare che ciò accada, è bene dunque pulirli accuratamente e regolarmente.

COME IGIENIZZARE I GIOCHI DEL BAGNETTO

Seguendo alcune semplici regole, si potranno rendere i giochi da bagno puliti e sicuri per i nostri bambini. Innanzi tutto dobbiamo risciacquarli bene dopo l’uso e assicurarci di aver spremuto via tutta l’acqua. Asciughiamoli bene e posizioniamoli con i fori schiacciati verso l’alto in un luogo fresco e asciutto. In tal modo scongiureremo la crescita di muffe e funghi. Per lavarli internamente, però, sarebbe opportuno riempire il lavandino con acqua saponata calda (non quella usata del bagnetto). Spremiamo l’aria e lasciamo che la cavità del giocattolo prenda questa acqua pulita. A questo punto procediamo con l’asciugatura, come già spiegato.

PULIZIA PROFONDA DEI GIOCATTOLI

Una volta ogni 15 giorni sarebbe opportuno utilizzare un detergente sterilizzante per un lavaggio accurato. Sciacquiamo i giocattoli con acqua pulita per rimuovere tutto lo sporco visibile. Immergiamoli nella soluzione sterilizzante per 15 minuti. Risciacquiamo con acqua fredda e asciughiamo.

Non esiste una guida ufficiale su quanto spesso dovremo sostituire i giocattoli, quindi si tratta di usare il buon senso. Non appena notiamo che l’acqua spremuta fuori è nera o colorata o iniziano ad avere cattivo odore, è il momento di metterli da parte.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag