Pubblicato il

Segnali di stanchezza che forse non sai cogliere

Sono importanti campanelli d’allarme che ci indicano quando è ora di riposare. Ma a volte non li capiamo

segnali di stanchezza
istockphotos

La mancanza di sonno è associata a tantissime patologie, fisiche e psicologiche. Viceversa, dormire bene è un prerequisito fondamentale per la salute. Eppure a volte non cogliamo i segnali che il corpo ci manda per chiedere di riposare di più. I segnali di stanchezza vanno ben oltre il sonno, o la spossatezza. Anzi, a volte queste sensazioni dipendono da altri fattori (alimentazione, stress, allergie, disidratazione). In alcuni casi si è talmente abituati a dormire poco, o male, che non ce ne si accorge nemmeno più. Ma abituarsi alla privazione del sonno non significa che sia scomparsa, o che non faccia male. Il Business Insider ha raccolto alcuni dei segnali di stanchezza più subdoli, che dovremmo imparare a cogliere per dare al nostro copro un break.

Subdoli segnali di stanchezza

Emotività sproporzionata. Emozioni ovunque. Pianti, isterismi, suscettibilità, irritabilità. Ogni cosa viene percepita con una sensibilità estrema. Attenzione, la mancanza di sonno può essere la causa di un’esagerata emotività. E magari di azioni e reazioni impulsive, di cui è facile pentirsi.

Scarsa concentrazione. Ci sentiamo riposati, eppure le performance sul lavoro o sullo studio sono di scarsa qualità. Forse il cervello ha bisogno di ricaricare le batterie. Anche la difficoltà a prendere decisioni rientra in questo quadro: focalizzare su cosa è meglio sembra uno sforzo immane quando si è esausti.

Gravi dimenticanze. Il compleanno del partner, una deadline fondamentale, un appuntamento. Dimenticarsi le cose importanti (incluso perdere oggetti come le chiavi di casa, il portafoglio) può essere un segnale di stanchezza. Non scambiatelo per ‘semplice’ distrazione. Lo stesso vale per sbadataggini varie, come sbattere in giro per casa, essere maldestri, rompere oggetti.

Difficoltà a guarire. Un raffreddore dura settimane? Se il sistema immunitario è debilitato, può essere anche colpa della mancanza di riposo. Il sonno e la capacità del corpo di combattere alle infezioni sono strettamente correlati.

Avere appetito. La fame costante è spesso un segnale di stanchezza, perché il corpo chiede cibi calorici per compensare la produzione di cortisolo, ormone dello stress. Mangiando si incrementa la serotonina, che ha un effetto calmante.

La pelle non splende. Labbra screpolate, brufoli, rughe. La pelle è un organo che riflette all’esterno tutto quello che sta accadendo all’interno del nostro corpo. Se la pelle è stressata, può darsi che siate in deficit da riposo.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag