Pubblicato il

Il meteo avverso deprime più degli attentati

Può sembrare esagerato, ma è quello che afferma uno studio recente

Freddo
iStock

Il freddo può risultare ancora più lesivo dell’umore di un attacco terroristico. Può sembrare un’affermazione forte ma è la conclusione di una ricerca riportata dal quotidiano online Daily Mail.

Una giornata di gelo può fare più danni sull’umore che accadimenti molto più drammatici come un attentato terroristico.

Secondo uno studio che ha analizzato circa 3.5 bilioni di post Facebook, le temperature sottozero hanno fatto registrare status più negativi di quelli registrati durante l’anniversario dell’11 settembre.

Il gelo ha fatto registrare gli stessi umori cupi della sparatoria di massa a San Bernardino. Dove sono state uccise 14 persone.

Comparati a eventi come il terremoto di San Francisco o le inondazioni in South Carolina le basse temperature migliorano invece la loro percezione negativa.

Il freddo provoca danni all’umore: la ricerca

La ricerca è stata condotta dal Dr Patrick Baylis, della Vancouver School of Economics in Canada, e dal Dr Nick Obradovich del Massachusetts Institute of Technology (MIT).

Dr Baylis e Dr Obradovich hanno usato un programma di analisi software per analizzare gli status su Facebook.

Il programma ha cercato le emozioni positive espresse da parole come ‘amore’ ‘carino’ e quelle negative ‘brutto’ o ‘cattivo’.

Il Dr Obradovich ha fatto sapere: ‘Abbiamo condotto la più grande inchiesta sul rapporto tra condizioni meteo e sentimento umano’.

Insomma adesso quando parliamo di danni da maltempo non dobbiamo solo riferirci agli svantaggi causati alle infrastrutture o ai vestiti.

Dalla ricerca emergono invece le conseguenze di una giornata molto brutta dal punto di vista del meteo sull’umore.

Interessante capire anche come le emozioni possano essere analizzate dalla capacità dei social network di raccogliere informazioni precise sugli stati d’animo. Una sorta di ‘grande fratello’ che può avere effetti negativi sulla privacy come stiamo vedendo in questi giorni. Ma che in realtà può anche aiutare a fornire analisi preziose che spieghino certi stati dell’umore.

 

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag