Pubblicato il

Gli incubi notturni non colpiscono solo i bambini

Gli incubi notturni sono uno dei più comuni disturbi del sonno, che possono colpire anche gli adulti specialmente nei periodi di forte stress

incubi notturni
istockphoto.com

INCUBI NOTTURNI

I terrori o incubi notturni sono una forma di parasonnia, ovvero uno dei più comuni disturbi del sonno. Interessano solitamente i bambini, ma in realtà anche molti adulti li sperimentano regolarmente. Circa il 20% dei bambini di sei anni ha incubi settimanali. Per quanto riguarda gli adulti, invece, la percentuale scende al 6%. E mentre il 15% dei bambini ha terrori notturni, circa il 2% degli adulti li vive.

COME SI VERIFICANO GLI INCUBI NOTTURNI

Solitamente gli incubi si verificano nella fase REM del sonno, ovvero quando i nostri corpi sono paralizzati. In tal modo non possiamo muoverci e creare pregiudizio a noi stessi o agli altri. Può capitare però che i terrori notturni colpiscano anche al di fuori della fase REM. In questo caso si possono avere reazioni anche molto violente e si può arrivare a recitare cosa sta succedendo. Le persone colpite possono mettersi sedute, gridare, calciare, camminare e apparire in preda al panico. In questi casi succede anche spesso di non ricordare quello che si stava sognando.

CAUSE E CONSEGUENZE DEI TERRORI NOTTURNI

I terrori e gli incubi notturni sono una parte normale dello sviluppo infantile. “Il cervello sta crescendo, quindi c’è molta attività che causa interruzioni del sonno.” Ha spiegato il dott. Peter Venn, direttore clinico del centro per i disturbi del sonno al Queen Victoria Hospital di East Grinstead. “Generalmente si interrompono durante l’adolescenza, quando la crescita del cervello inizia a rallentare.” Tuttavia possono riemergere negli adulti, anche molto prepotentemente, durante i periodi di stress.

Se qualcosa disturba un sonno molto profondo, come qualcosa che ci preoccupa o un problema fisico come l’apnea del sonno, il cervello raggiunge uno stato iperattivo, quindi ci svegliamo parzialmente.” Spiega ancora il dott. Venn. “Questo è il momento in cui è più probabile che avvengano i terrori notturni. Il motivo è che alcune parti del cervello sono sveglie e altre parti sono profondamente addormentate. Quindi tutto diventa confuso.”
Chi non si rende conto di esserne colpito si ritrova insolitamente stanco o si sveglia con lesioni inspiegabili. I terrori notturni interrompono infatti il sonno ristoratore.

RIMEDI PER COMBATTERE GLI INCUBI NOTTURNI

I rimedi per gli incubi notturni che colpiscono gli adulti dipendono ovviamente dalla frequenza e intensità del fenomeno. Potrebbe bastare semplicemente una riduzione dello stress, con tecniche di rilassamento e buone abitudini di sonno. Altre volte invece si rende necessario l’uso di farmaci o specialisti come psicologi e psicoterapeuti. Ovviamente va valutato con attenzione caso per caso, senza allarmarsi ma anche senza sottovalutare la cosa.

SCOPRI ANCHE: LA DIETA MEDITERRANEA E’ AMICA DELL’INTESTINO

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag