Pubblicato il

Il sugo perfetto ha solo tre ingredienti

La scrittrice Marcella Hazan in un suo libro del 1992 ha svelato la ricetta del suo sugo preparato con soli 3 ingredienti da molti definito il migliore al mondo

Sugo di pomodoro
lewkmiller-istock

Si sente spesso dire che “less is more”. “Meno è di più”. La semplicità è spesso la chiave di lettura giusta per interpretare tantissimi aspetti della vita. Da quelli più importanti a quelli che coinvolgono la vita quotidiana. Ed è una massima che, talvolta, vale anche in cucina. Le ricette più semplici sono spesso che quelle suscitano più emozioni e che stuzzicano il palato più di ogni altra. La pensava così anche la scrittrice Marcella Hazan, italiana trapiantata negli USA, che ha scritto diversi libri di cucina italiana in uno dei quali, pubblicato nel 1992, ha descritto la ricetta del suo sugo per la pasta da molti definita “la migliore del mondo”. Si tratta di una salsa saporita da preparare con soli tre ingredienti. Il Daily Mail ne ha svelato i segreti.

Salsa di pomodoro

Il sugo perfetto con tre soli ingredienti

Ispirandosi alle ricette lette sui ricettari e a quelle della sua infanzia, Marcella Hazan ha ricreato i sapori che risvegliavano i suoi ricordi, ottimizzando, però, la lista degli ingredienti e i tempi di preparazione. Per ottenere un sugo saporito basta disporre di una buona passata di pomodoro, una cipolla ed un poco di burro. Non occorre nemmeno perdere del tempo a tagliare e soffriggere la cipolla. Basterà sbucciarne metà ed inserirla in un pentolino assieme a sei cucchiai di burro e alla passata e far bollire il tutto per 45 minuti a fuoco medio senza coperchio e girando di tanto in tanto. Quando la salsa sarà pronta, basterà rimuovere la cipolla e condire la pasta.

Per rendere il piatto perfetto basterà preparare correttamente la pasta salando l’acqua senza aggiungere olio di oliva. Ci sono chef che pensano che l’olio aiuti la pasta a non attaccarsi. Ma persino gli scienziati si sono pronunciati sull’argomento dimostrando che l’olio non è affatto necessario. E che, anzi, scolando la pasta, l’acqua tende a lavarlo via vanificandone gli effetti. Anche in questo caso, quindi, “less is more”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag