Pubblicato il

Le app di incontri abbassano l’autostima?

Secondo alcuni studi usare i siti per il dating online può aumentare i rischi di depressione

app di incontri
istockphotos

Sono sempre più diffuse, e sempre meno stigmatizzate. Le app di incontri, nelle quali la potenziale anima gemella (o incontro fugace) è a portata di click, vengono oggi utilizzate da milioni di persone in tutto il mondo. Secondo Pew Research oggi il 15% della popolazione negli USA ha usato siti per incontri online, o app dedicate. Caduto lo stigma sociale del ‘le usano solo i disperati’, oggi sono semplicemente considerate un nuovo mezzo per incontrare persone. Non differenti da molti social network che si usano per avere ‘amici’ o contatti di lavoro. Eppure, diversi studi sollevano una questione da non sottovalutare: le app di incontri e i siti per l’online dating possono aumentare il rischio di depressione.

App di incontri e autostima: c’è una correlazione?

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista dell’American Psychological Association, chi usa frequentemente le app di dating online ha mediamente problemi di autostima. In particolare, la ricerca si è focalizzata sugli utenti di Tinder, che, dai dati raccolti, risultano avere una percezione negativa del loro corpo e in generale un’autostima più bassa di chi non lo usa. Sono stati somministrati alcuni test psicologici a circa 1300 tra uomini e donne (più donne) iscritti al celebre sito di incontri. Il tema era la percezione del corpo, l’oggettificazione sessuale percepita, i fattori socio-culturali, e in generale il benessere psicologico. E’ emerso che chi era più attivo su Tinder era anche chi aveva una considerazione negativa del proprio corpo. E spesso di trattava di persone fortemente soggette alle influenze socio-culturali rispetto alle aspettative fisiche.

Naturalmente la ricerca conclude anche che non è detto che siano le app di incontri a causare la minore autostima. Forse è chi già ne soffre che sceglie di usare questo mezzo per conoscere persone. La ricerca ha semplicemente rilevato una connessione. Secondo gli studiosi servono altri studi per approfondire un tema relativamente nuovo.

 

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag