Pubblicato il

Come rimuovere le macchie di fragola e ciliegia

I frutti più golosi di stagione lasciano macchie difficili da rimuovere

macchie di fragola
istockphotos

Sono buone, dolci, una tira l’altra. E i bambini le adorano. Le fragole e le ciliegie, che tra la fine della primavera e l’inizio delle state compaiono in abbondanza sulle nostre tavole, sono tra gli alimenti che lasciano le macchie più ostinate su vestiti. Specialmente su quelli dei bambini, ma non solo. Ecco qualche consiglio per vincere la battaglia contro i frutti rossi. Tanto deliziosi quanto ostinati sui tessuti. Come rimuovere le macchie di fragola e di ciliegia.

Macchie di fragola addio!

Per prima cosa tenete a mente i tre principi cardine della rimozione di macchie ostinate. Innanzitutto, essere repentini è molto importante: prima si agisce meglio è. In secondo luogo, occorre intervenire sempre con l’acqua fredda, non calda (il calore potrebbe fissare la macchia alle fibre). Infine, ogni fibra tessile ha le sue esigenze, quindi considerate le indicazioni che vi stiamo dando come generiche e applicabili sul cotone delle t-shirt, o delle tovaglie, per intenderci. Quando si macchia il lino, la seta, o altro materiale più delicato il trattamento andrà eseguito da professionisti se si vuole salvare il capo.

Veniamo al dunque. Cosa rimuove le macchie di fragola o ciliegia? Un prodotto che abbiamo tutti nella dispensa, si rivelerà utilissimo: l’aceto di vino bianco. Se mescolato a succo di limone (in parti uguali), l’effetto sbiancante sarà anche migliore. Applicate queste due sostanze sulla macchia ancora fresca e massaggiate il tessuto. Lasciate almeno 15 minuti, quindi procedete al lavaggio in lavatrice.

Se la macchia dovesse già essere secca, o dimostrarsi particolarmente ostinata, aprite di nuovo la dispensa. Prendete un altro grande alleato dell’igiene, il bicarbonato. Inumidite in tessuto e applicate direttamente sulla macchia la polvere di bicarbonato. L’effetto effervescente aiuterà a disincrostare la macchia dai tessuti. Procedete poi con il lavaggio in lavatrice.

In extremis si può invece impiegare la glicerina, basterà versarne qualche goccia prima di procedere al normale lavaggio.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag