Pubblicato il

Arte, urban e hip hop: tutto il “glam” della settimana

Milano, Roma, Bergamo, Murano, Firenze… e anche Parigi. Sei eventi all’insegna della bellezza e dell’arte…

Urban e Arte: Flavio Kampah e omino71
Ph. Adolfo Matteucci

L’urban art di omino71 in mostra a Roma

Urban e Arte: Flavio Kampah e omino71
Urban e Arte: Flavio Kampah e omino71. Foto di Adolfo Matteucci

Un “vernifinissage” speciale, all’insegna di tag, brindisi e risate, rigorosamente “no fashion”, come mostra vuole, per la nuova personale dell’artista romano “urban” omino71, “Statu$ymbol”, presso la galleria romana D.d’Arte | Plus Arte Puls, nell’ambito di IndossArte 2018. A cura di Francesca Barbi Marinetti e Giancarlo Carpi, la mostra si arricchisce anche dei testi critici di Valeria Arnaldi, Lucia Collarile e di un’introduzione di Giorgio de Finis. All’evento sono accorsi tantissimi amici dell’artista. Tra i tanti, Bol23, Mr.Klevra, Stefano Bolcato, Easypop, Franco Durelli, Neirus, Gerry Turano, Brividopop, Flavio Kampah, Teddy Killer, Rub Kandy, Emilio Leofreddi, Lucio Fabale, Ex Voto Fecit, The_Oluk. Tantissimi artisti, tra arte contemporanea e street art, urban e pixel, per brindare alla nuova avventura artistica di omino71, che miscela, in chiave artistica, il mondo della moda con quello dell’arte.

Roberto Di Costanzo, visioni tra Roma e Parigi

Roberto Di Costanzo
Roberto Di Costanzo

Una piccola fiaba, tra rose e profumi, disegni e champagne, nel cuore di Parigi. Più di cento ospiti, tra artisti, collezionisti ed estimatori, per visitare l’esposizione di Roberto Di Costanzo, “Rome rencontre Paris”. L’artista romano e il gallerista Sacha de La Sablière hanno accolto con champagne e disegni visionari il pubblico di amanti dell’arte e dello stile. L’artista ha narrato ai visitatori il suo viaggio architettonico, un po’ reale un po’ onirico, in cui Roma e Parigi si sono incontrate. L’esposizione proseguirà sino al 21 luglio.

Jo Squillo, contro il femminicidio, in memoria di Alessandra Appiano

Wall of Dolls, Milano
Wall of Dolls, Milano

La quinta edizione di Wall of Dolls è stata dedicata alla giornalista e scrittrice Alessandra Appiano. L’appuntamento è stato inserito nel calendario ufficiale nel primo giorno della Fashion Week di Milano dedicata all’uomo. E ha visto partecipare tante donne. Tra artiste e avvocati, scrittrici e stiliste. Tutte riunite vicino al famoso Muro delle Bambole, in Via De Amicis, dedicato alle donne vittime di violenze.

Alla scrittrice, che si è tolta la vita nei giorni scorsi, Jo Squillo, tra le promotrici dell’iniziativa, ha dedicato questo pensiero. “Noi tutte siamo rimaste molto colpite dalla sua sconvolgente scomparsa. Una donna bella, brava, sempre disponibile e sempre attenta con i suoi interventi intelligenti a favore delle donne. Ancora siamo incredule di quanto è accaduto. La ricorderemo leggendo brani dei suoi libri”.

Vinil in mostra a Bergamo

Vinil, Ylenia Manzoni
Vinil, Ylenia Manzoni

I disegni come espressione d’arte libera, i tatuaggi come forma d’artigianato. E l’inchiostro come ingrediente chiave per fermare (e firmare) l’hic et nunc per sempre. Che si tratti di un foglio di carta o della pelle, la mano racconta un’identità. Quella di Ylenia Manzoni, in arte Vinil, apprezzata artista e tatuatrice, i cui disegni sono protagonisti della mostra «Qui, ora (con il giusto tempo)» alla 255 Raw Gallery di Bergamo. A ingresso libero e gratuito, sino al 27 luglio. I disegni sono esposti in una concept gallery dallo stile domestico ma ad alto tasso di natura, con piante e fiori, in continuità con il carattere unico di Vinil, con le sue numerose esperienze e con la sua passione per la natura.

Fashion e Hip Hop al McArthurGlen Barberino Designer Outlet

McArthurGlen Barberino Designer Outlet
McArthurGlen Barberino Designer Outlet

Inaugurata la mostra “Hip Hop History. Fotografie di Michael Lavine” presso il McArthurGlen Barberino Designer Outlet, nei dintorni di Firenze. L’evento, in collaborazione con ONO arte contemporanea, presenta il fotografo che negli ultimi 25 anni ha realizzato alcune delle immagini più forti e iconiche del mondo dello spettacolo.

La mostra è composta da 30 immagini mai esposte prima in Italia. E ripercorre l’evoluzione di questo importante fenomeno culturale, dalla sua nascita ai giorni nostri. Tra le fotografie esposte ci saranno l’iconica copertina dell’album “Stankonia” degli OutKast, le profetiche immagini dell’ultimo disco di Notorious B.I.G. “Life after Death”. Ma anche i ritratti di Jay Z. Sino al 22 luglio.

I gabbiani di Lino Tagliapietra a Murano

Lino Tagliapietra a Murano
Lino Tagliapietra a Murano

Sono state oltre 1800 le persone arrivate a Murano e che hanno partecipato alla conferenza della Glass Art Society (16-19 maggio) e seguito il suo ricco programma di eventi e mostre, dislocate in luoghi storici e negli studi degli artisti più famosi dell’isola lagunare. La mostra “Ali in Vetro” di Lino Tagliapietra, che ha aperto ufficialmente il summit, celebra l’amore dell’artista per l’isola lagunare, dove è nato, ha appreso dai più grandi maestri del vetro l’arte della lavorazione di questo materiale unico e speciale. Che ha poi portato nel mondo, facendosene ambasciatore in tutto il mondo. Più di trenta gabbiani in vetro, sospesi in aria, invitano i visitatori ad emozionarsi guardando il cielo e a fermare, per qualche attimo, il tempo, accompagnandoli in un poetico percorso fino all’interno dello studio del maestro.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag