Pubblicato il

7 stili per tradire con 7 tratti caratteriali

Lo psicologo americano Rosenberg spiega da dove ha origine l’infedeltà (e perché)

7 stili per tradire
iStock

7 stili per tradire che corrispondono a 7 profili caratteriali. Le persone con determinati tipi di personalità hanno più probabilità di essere più infedeli di altri. Lo rivela l’esperto americano Kenneth Paul Rosenberg, psichiatra con due decenni di esperienza nel trattamento di problemi sessuali. Al Daily Mail ha spiegato che la scienza identifica 7 stili per tradire. O meglio: 7 caratteri associati all’infedeltà.

7 stili per tradire: da dove nascono?

“I miei pazienti che lottano contro l’infedeltà provengono da una varietà di circostanze e situazioni sociali. Hanno orientamenti sessuali diversi, sono di età diverse e provengono da background differenti”.

Tra i casi sottoposti all’esperto, Millennials che si dedicano al cyber sesso, ragazzi alle prime esperienze sessuali. Ma anche uomini e donne di mezza età che risentono maggiormente dell’infedeltà. Inclusi anche gli anziani che oggigiorno vivono più a lungo e più in salute.

Prima di arrivare ai 7 stili per tradire, Rosenberg sottolinea che tutti, ma proprio tutti, possono essere infedeli. E in qualsiasi momento. Bella scoperta! Ci verrebbe da dire. In realtà l’essere fedifraghi dipende da due fattori fondamentali. Il primo risiede nel cervello: le strutture neurologiche ci ha dato la natura. La nostra mente, in sostanza, ha sviluppato attraverso esperienze formative determinati modi di pensare. L’ambiente in cui siamo cresciuti, i nostri amici, la scuola, i nostri incontri. Tutto incide sul nostro essere o meno traditori. Altro fattore: le sostanze chimiche presenti nella nostra sostanza cerebrale.

Ciò significa che più della metà di ciò che spinge un uomo o una donna a tradire è nel nostro cervello. Questi fattori portano alla formazione di 7 tratti caratteriali e ai consequenziali 7 stili per tradire.

7 tratti caratteriali

Ecco dunque i 7 stili per tradire. Non appartengono unicamente a gente “squallida” o priva di principi morali. In sostanza, quando si tratta di psicologia, il traditore si sente in diritto di ingannare. O meglio: merita di sbagliare. Di conseguenza si sviluppano queste 7 personalità.

La prima è il narcisismo. E su questo punto, non occorrono spiegazioni. Semplicemente ci si sente “auto titolati”. La seconda è la mancanza di empatia. Quando non si è in grado di mettersi nei panni degli altri, il tradimento è più facile. Segue l’autoriverenza. Quando ci si sopravvaluta ci si sente più abili di altri. In questo caso entra in gioco anche l’abilità sessuale. L’abilità a nascondere e a non essere scoperti. Si ha semplicemente bisogno di convalidare le proprie abilità di amante.

Anche essere impulsivi fa parte dei 7 stili per tradire. Qui si prendono decisioni importanti al volo, anche se le conseguenze possono essere negative. Chi ama le novità ed è estremamente passionale potrebbe essere anche un grande traditore. Infine troviamo l’incapacità di impegnarsi e l’essere autodistruttivi o masochisti. Sono gli ultimi due tratti caratteriali da cui dovremmo guardarci bene…

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag