Pubblicato il

Fettuccine alla canapa e barbabietola con crema di topinambur

Gustosa e salutare: ecco la ricetta proposta da Simone Salvo, chef del Romeow Cat Bistrot

Fettuccine alla canapa e barbabietola
Courtesy of©Sabrina Rossi

L’estate è una stagione in cui, complice il caldo, si ha meno voglia di stare ai fornelli e, soprattutto, si preferisce portare in tavola pietanze light. Mangiare leggero non significa però rinunciare ai buoni sapori: un bel piatto di pasta rimane un must. Quando la voglia di novità si fa sentire, ecco che a fornire una ghiotta idea è lui, Simone Salvo, chef del Romeow Cat Bistrot, ristorante romano sito nel quartiere Ostiense che invita a riscoprire un modo naturale di nutrirsi. Il tutto in compagnia dei padroni di casa, i gatti. Originalità docet: avete mai assaggiato le fettuccine alla canapa e barbabietola con crema di topinamur? Un piatto che, oltre ad essere buono, è anche salutare. La farina di canapa, che si ricava dalla macinatura dei semi della Cannabis sativa, è ricca di nutrienti benefici quali fibre, acidi grassi (Omega 3 e Omega 6), sali minerali e vitamina E.

Fettuccine alla canapa e barbabietola

Degna di nota anche la barbabietola, ricca di acqua, proteine, vitamine (in particolare del gruppo B) e una buona quota di sali minerali, soprattutto potassio e sodio che, spesso, con la sudorazione vanno persi. Che dire infine del topinambur? Questo tubero, noto anche come carciofo di Gerusalemme, è sconosciuto a molti ma, in realtà, data la sua versatilità, il sapore e le proprietà digestive e diuretiche, è un ingrediente prezioso. Ecco come fare bella figura in tavola.

Ingredienti

400 gr di semola di grano duro rimacinata
100 gr di farina di grano tenero “00”
50 gr di farina di semi di canapa
120 gr di barbabietola rossa cotta
Acqua
400 gr di topinambur fresco
Pepe nero
Brodo vegetale

Preparazione

Frullare finemente la barbabietola cotta e amalgamare la polpa alle farine fino al raggiungimento di un impasto omogeneo. Qualora dovesse risultare troppo asciutto, è bene aggiungere dell’acqua. Successivamente si lascia riposare in frigo, per almeno un’ora. Una volta pronto, spianare e passare alla macchina cospargendo abbondantemente con semola per non far attaccare tra di loro le fettuccine.

In una padella ben calda tostare il pepe nero, aggiungere dell’olio extra vergine di oliva e rosolare il topinambur. Una volta versato il brodo vegetale, si frulla il tutto al fine di ottenere una salsa vellutata. Si passa poi alla cottura delle fettuccine che non deve superare i 4 minuti. E’ bene che rimangano al dente. Una volta scolata la pasta basta mantecarla nella salsa e servire. Ci sarà davvero da leccarsi i baffi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag