Pubblicato il

Marmellate leggere, in forma senza sacrifici

Come introdurre le marmallate nella propria dieta per mantenersi in forma in modo sano e piacevole per il palato senza fare sacrifici

Marmellate
foodandwinephotography-istock

Mai come in estate la voglia di mantenersi in forma si fa più intensa. La prova costume incombe ed aumenta il desiderio di apparire al meglio. Per raggiungere il peso forma e mantenersi in salute è importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Una dieta ricca di fibre, di frutta e di verdura e povera di grassi, sale e zuccheri semplici è la strada giusta da intraprendere per ottenere risultati soddisfacenti e duraturi. Spesso si pensa che la dieta sia fatta di sacrifici e privazioni ma non è sempre così. Scegliendo gli alimenti giusti si potrà perdere peso senza soffrire la fame e senza cadere nella tentazione di cedere ai peccati di gola. Alimenti come le marmellate ad esempio. Deliziose e leggere sono la colazione perfetta oltre che un ottimo spuntino. Specialmente se si scelgono confetture a ridotto contenuto calorico e a base di soli ingredienti naturali.

Marmellata di arance
Marmellata di arance

Una recente ricerca condotta da Zuegg sulle tendenze alimentari condotta nell’ambito del lancio della nuova ricetta Leggera, priva conservanti, coloranti e dolcificanti artificiali, ha evidenziato una crescente attenzione dei consumatori alla scelta di prodotti sani e naturali.  E con il contributo della professoressa Evelina Flachi, Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizionista, che ha risposto anche ad alcune domande sui vantaggi e sulle migliori modalità di consumo delle marmellate nell’ambito di una dieta equilibrata, ha fornito preziosi consigli su come prendersi cura del proprio organismo e della propria linea nella maniera giusta senza ripercussioni sull’umore.

La dieta mediterranea è un buon punto di partenza

Nell’illustrare i giusti requisiti di un regime alimentare corretto, la prof. Flachi rivela come gli italiani risultano avvantaggiati sotto questo profilo. La dieta mediterranea, infatti, è una delle più sane ed equilibrate. Non a caso è stata dichiarata Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO. Ad una dita corretta occorre abbinare delle sane abitudini. Innanzitutto è importante concedersi una colazione adeguata. Molti tendono a trascurarla ma si tratta, in realtà, di un pasto fondamentale. L’esperta nutrizionista ricorda, non a caso, che per distribuire correttamente l’apporto calorico nell’arco della giornata e tenere, dunque, attivo il metabolismo bisognerebbe seguire una semplice quanto importante regola. Quella di fare una colazione da re, un pranzo da principi ed una cena da poveri.

cibo e sport

E’ sempre sconsigliato, infatti, consumare pasti troppo sostanziosi alla sera. E per evitare che questo avvenga, è importante fare una buona colazione ed un pranzo adeguato. Concedendosi, magari, anche dei sani spuntini tra un pasto e l’altro. In questo modo si arriverà alla cena meno affamati. Per questo le marmellate si rivelano una componente ideale per una dieta bilanciata. La frutta è fondamentale per la salute dell’organismo. Ed il sapore delizioso di una buona cofettura dona soddisfazione sia al palato che all’umore.

Come introdurre le marmellate nella propria dieta

La prof. Flachi ha, inoltre, fornito alcuni preziosi consigli su come ottimizzare i benefici che il consumo delle marmellate apporta all’organismo. La marmellata rappresenta un ottimo alimento da consumare tanto a colazione quanto come spuntino. Smorza, infatti, l’appetito in modo da poter ridurre le porzioni ai pasti principali. Il tutto senza appesantire e con un moderato apporto calorico. Per chi consuma la marmallata a colazione, il consiglio è di abbinarla ad alimenti che offrano il giusto apporto energitico per affrontare la giornata. Senza, però, appesantire e sovraccaricare l’organismo. La scelta migliore sono pane o fette biscottate integrali ricchi di fibre, l’accompagnamento ideale per un prodotto poco calorico e privo di zuccheri artificiali.

dieta one day

Trattandosi di un prodotto leggero, le marmellate possono essere assunte anche da chi ha uno stile di vita sedenario, senza danni. Purchè non si ecceda nelle quantità. Hanno, inoltre, il vantaggio di offrire i preziosi benefici ella frutta in ogni stagione. Uno dei principali obbiettivi dell’invenzione delle marmallate è proprio quello di poter conservare la frutta pr periodi prolungati di tempo. Basterà, dunque, assicurarsi che il coperchio sia ben chiuso. E, una volta apera la confezione, lasciarla in frigorifero e mangiare il resto entro pochi giorni.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag