Pubblicato il

Tra social e telefonate 8 ore di sonno non bastano più

Secondo il ricercatore Daniel Gartenberg per sentirsi realmente riposati sarebbe necessario dormire 8 ore e mezza a notte

aumentare ore di sonno
Courtesy of©bymuratdeniz/iStock

Lo abbiamo letto e riletto mille volte. Al fine di condurre una vita sana e affrontare con la giusta dose di energia la vita quotidiana, oltre a mangiare bene e fare sport è necessario avere alle spalle le giuste ore di sonno. A darne conferma sono stati l’organizzazione Mondiale della Sanità, l’American Academy of Sleep Medicine etc. Stando a quanto riporta il Daily Mail, in realtà, dato lo stile di vita stressante che siamo soliti condurre, bisognerebbe aumentare le ore di sonno. Sarebbe necessario dunque dormire 8,5 ore a notte. A fare luce sull’argomento è stato il Dott. Daniel Gartenberg, professore della Pennsylvania State University ed esperto di sonno. “Penso che abbiamo bisogno di dormire di più perché siamo bombardati da così tante informazioni” – ha affermato.

Aumetare le ore di sonno per vivere in salute

Una delle funzioni principali del sonno è quella di fare ordine ovvero filtare le informazioni che otteniamo nel corso della giornata tenendo in considerazione solo ciò che è rilevante.” Proprio così, un’eccessiva esposizione alle informazioni renderebbe più lungo il processo di omeostasi sinaptica ovvero la loro elaborazione. E’ dunque importante che venga attivata una sorta di smaltimento del superfluo.

Quantità e qualità

Anche quando andiamo a letto abbastanza presto, non necessariamente dormiamo per tutto il tempo. Bisogna inoltre tenere in considerazione che non è solo la quantità, ma anche la qualità del sonno che incide sulla salute e sul benessere. La luce degli schermi – in particolare quella degli smartphone- è in parte la causa della mancanza di sonno. “I dispositivi tecnologici ci stanno danneggiando. Con i telefoni cellulari e i social media, il nostro cervello è sempre un po’ acceso” – afferma il Dott. Gartenberg. A quanto pare ciò porterebbe a vivere con una perenne e inconsapevole ansia (anche se di basso livello).

Sonic Sleep, l’App per riposare tranquilli

La tecnologia può essere al tempo stesso nemica e amica. I dispositivi di uso quotidiano, infatti, potrebbero anche aiutarci a gestire meglio (in modo non invasivo) il sonno. Dan Gartenberg ha realizzato l’App Sonic Sleep Coach Alarm Clock una sorta di assistente personale che, riproducendo determinati suoni, aiuta a creare quello che chiama il giusto “sleep habitats”. Così facendo sarebbe possibile riposare in maniera soddisfacente. E non solo. A migliorare sarebbe anche la memoria e la capacità di apprendimento.

Rivedere le proprie abitudini

In conclusione, al fine di garantirsi un sonno ristoratore, sarebbe bene tenere i telefoni cellulari lontano dalla camera in cui si dorme e, una volta a letto, bisognerebbe allontanare i cattivi pensieri. Questi semplici gesti sono importanti se si vuole riposare in modo soddisfacente.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag